CRONACA

Tribunale, anche il Ministro Guerini si attiva per la stabilizzazione

Il 31 dicembre l’incontro dell’esponente del Governo con i vertici dell’Assoforense all’hotel Le Querce, l’albergo della famiglia di Giosi Ferrandino

Importante incontro istituzionale la mattina del 31 gennaio all’hotel Le Querce. Nella struttura alberghiera di famiglia, l’europarlamentare Giosi Ferrandino ha ospitato una riunione che ha visto tra i partecipanti il ministro della Difesa Guerini, l’onorevole Lello Topo, e gli esponenti dell’Assoforense isolana col presidente Gianpaolo Buono e i consiglieri Francesco Cellammare e Lello Pesce. Oggetto dell’incontro, la proposta di legge relativa alla stabilizzazione del Tribunale. «Il ministro è un importante interlocutore – ha dichiarato il presidente Buono – essendo un rappresentante autorevole del governo e del secondo partito di maggioranza. Egli si è impegnato a caldeggiare la nostra proposta, che è già arrivata nelle mani del ministro Bonafede. Si tratta dunque di un ulteriore tassello nella direzione da noi tanto auspicata, cioè del raggiungimento del provvedimento urgente di stabilizzazione. Non è soltanto un impegno formale, perché il ministro Guerini ci ha detto che dopo le feste quando rientrerà a Roma ci notizierà sull’iter da seguire per consolidare una sorta di corsia preferenziale a livello legislativo, cosa che avevamo del resto già previsto nel dialogo col sottosegretario alla Giustizia e il Consiglio Nazionale Forense. Il fatto che un altro ministro della Repubblica caldeggi la proposta di stabilizzazione ci conforta ulteriormente: noi non molleremo e continueremo ad andare avanti con la stessa determinazione. Anche in questi giorni festivi non abbiamo abbassato la guardia. Ringraziamo anche l’onorevole Giosi Ferrandino, e tutti gli esponenti politici e i sindaci che ci hanno sin qui sostenuto e che continuano a sostenerci in questo progetto, ben consapevoli dell’importanza della partita in gioco: un presidio di legalità su un’isola come Ischia è irrinunciabile, nell’interesse dell’intera collettività, non certo soltanto della categoria».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close