ARCHIVIO 5

Tribunale da salvare, che “maratona” per gli avvocati

Ieri doppia trasferta per i rappresentanti dell’Assoforense: a Napoli per la copertura dei posti vacanti, e nella Capitale al Consiglio Nazionale Forense per avviare l’azione tesa al raggiungimento della stabilizzazione della sezione ischitana

Doppia trasferta per i rappresentanti dell’avvocatura isolana. Ieri la delegazione dell’Assoforense ischitana, composta dal Presidente Gianpaolo Buono, il Segretario Francesco Cellammare, il Tesoriere Raffaele Pesce e Giuseppe Carnevale in rappresentanza dei giovani, si sono recati dapprima a Napoli e poi a Roma per una serie di incontri istituzionali nell’ambito dell’azione volta a risolvere o quantomeno ridurre le criticità di cui soffre la giustizia isolana.

In mattinata,nel capoluogo partenopeo la delegazione isolana, insieme anche alla consigliera Alessandra Castellano, ha avuto un incontro tecnico con la segreteria del Presidente del Tribunale di Napoli e con il capo del personale, nelle persone del dottor La Gioia e della dottoressa Trapanese, per affrontare gli atavici problemi della carenza di risorse umane nei due uffici giudiziari ischitani. Dalla riunione sono emersi elementi che fanno ben sperare per la copertura dei posti vacanti.

L’avvocato Gianpaolo Buono: «Siamo ottimisti: nei prossimi giorni avvieremo un programma congiunto con i colleghi delle altre isole e con le rispettive amministrazioni comunali per predisporre una proposta al Ministero per stabilizzare la sede locale del Tribunale»

Nel pomeriggio nuovo spostamento, stavolta verso la Capitale, dove la delegazione ha avuto un proficuo incontro con il Presidente del Consiglio Nazionale Forense, l’avvocato Andrea Mascherin, con il consigliere Francesco Caia e con i rappresentanti della Regione Toscana, per l’isola d’Elba, la consigliera e segretaria Rosa Capria, e della Sicilia, per le Eolie, l’avvocato Angelo Arena. La discussione è stata incentrata sul tema della stabilizzazione della Sezione Distaccata e quindi sulla necessità di presentazione di una specifica proposta di legge veicolata dal CNF sull’argomento. Il CNF ha designato il Consigliere Arena della regione Sicilia come coordinatore dei lavori riguardanti l’elaborazione di tutti i dati inerenti gli uffici giudiziari delle isole: in pratica, Arena sarà l’interlocutore che si occuperà delle istanze delle sezioni distaccate. Già nei prossimi giorni il gruppo di lavoro sarà operativo per garantire in tempi brevi la sottoposizione della proposta di stabilizzazione al Ministro di Giustizia. A seguito di tale incontro, svoltosi in un clima di estrema cordialità, la delegazione degli avvocati ischitani si è detta ottimista per il futuro dei presidi giudiziari insulari, ottimismo che, come ha dichiarato in serata l’avvocato Gianpaolo Buono, deriva dalla consapevolezza di aver «gettato le basi per ottenere la tanto sospirata stabilizzazione, in un contesto che ci vedrà protagonisti già dai prossimi giorni, quando dovremo coinvolgere i colleghi delle altre isole minori e i rappresentanti della politica, vale a dire i sindaci dei vari Comuni isolani. Teniamo presente che a Ischia abbiamo sei municipalità, l’isola d’Elba ne ha otto, e quattro sono quelle delle isole Eolie, quindi bisognerà allestire un’azione concertata che vada nella direzione di ottenere finalmente questa stabilizzazione. Il presidente del Consiglio Nazionale Forense ha ritenuto possibile tale obiettivo, proprio alla luce del fatto che in effetti le nostre sono le uniche sezioni distaccate rimaste in attività, e non si tratterebbe quindi di rimettere in piedi uffici che sono già stati soppressi. Aspettiamo dunque fiduciosi che anche nell’immediato si possa allestire una pianificazione in tal senso».

Intanto, mercoledì prossimo nella rinnovata sede del Tribunale di via Michele Mazzella a Ischia si svolgerà la seduta del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli nella sede di Ischia del Tribunale, un avvenimento unico nella storia dell’avvocatura locale, e contestualmente si terrà anche l’Assemblea dell’Assoforense ischitana. Sarà la prima riunione associativa dopo l’elezione del nuovo consiglio direttivo guidato dal neopresidente Gianpaolo Buono, fissata alle ore 11.00. I temi in discussione all’ordine del giorno sono due: quello più significativo è ovviamente il primo, “giustizia agonizzante ad Ischia – richiesta di interventi immediati”, mentre il secondo è il classico “varie ed eventuali” di prammatica. L’assemblea, convocata in via straordinaria, è aperta a tutti gli avvocati e praticanti avvocati dell’isola, ma l’invito alla partecipazione è rivolto a tutte le istituzioni, ed in particolare al Ministro della Giustizia, al Presidente del Consiglio Nazionale Forense, al Presidente ed ai Consiglieri dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, ai Presidenti della Corte d’Appello e del Tribunale di Napoli, ai Sindaci dell’isola d’Ischia, all’Europarlamentare Giosi Ferrandino, al Senatore Domenico De Siano, al Consigliere Regionale Avvocato Maria Grazia Di Scala. Una giornata dunque importante e, con la contemporanea seduta del Consiglio dell’Ordine partenopeo, a suo modo storica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close