ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Tribunale, saltano i processi penali

Come previsto, l’udienza penale di ieri mattina presso la sezione ischitana del Tribunale si è risolta in un lungo elenco di rinvii. La cronica mancanza di cancellieri nella sede distaccata aveva indotto il presidente della Corte d’Appello di Napoli a emettere un provvedimento quantomeno irrituale, disponendo l’applicazione del collaboratore dell’ufficiale giudiziario all’udienza penale per permetterne lo svolgimento, ma gli avvocati ieri hanno eccepito la mancanza dell’apposito provvedimento di immissione nelle funzioni. Immissione che sarebbe stata valida con l’assenso del cancelliere. Che, appunto, non c’è. Con tali presupposti, gli avvocati hanno contestato l’irregolare costituzione dell’ufficio. Una posizione non condivisa dal pubblico ministero. Secondo i legali impegnati in aula, il giudice Rocco avrebbe dovuto disapplicare il provvedimento del Presidente di Corte d’Appello, in quanto illegittimo. Il magistrato ha comunque rinviato le varie cause della giornata, senza sospensione della prescrizione.

La situazione resta dunque “calda”: il presidente dell’Assoforense isolana, avvocato Francesco Cellammare, dopo aver ipotizzato la completa nullità dell’udienza di ieri, ha inviato una nota al presidente del Tribunale di Napoli, Ferrara, e al presidente della Corte d’Appello, De Carolis, invitando i vertici della giustizia partenopea a valutare la possibilità di disporre una visita fiscale collegiale dopo il caso-limite della scorsa settimana, quando ben sei cancellieri hanno evitato di venire a prestare servizio sulla nostra isola, presentando certificato medico, ma anche la possibilità di una valutazione generale di idoneità all’impiego. Una proposta forte, diretta a richiamare il personale di Tribunale alle proprie responsabilità. Per il momento si naviga a vista. Da domani dovrebbe essere disponibile nuovamente un singolo cancelliere per rendere possibile lo svolgimento dei processi penali, ma si ritorna al punto di partenza: la cancelleria rimarrebbe sguarnita con gravissimo danno per il diritto alla difesa, stante l’impossibilità per gli avvocati di consultare i fascicoli di causa. Quindi, per sensibilizzare i vertici del Tribunale, non è escluso che la classe forense isolana decida nuovamente di impedire, in un modo o nell’altro, lo svolgimento delle udienze penali.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker