CULTURA & SOCIETA'

Trigesimo in memoria dell’ischitano d’america Tony Pirozzi la famiglia e la comunità italiana di San Pedro lo piangono ancora

In America, in California, a San Pedro fra la comunità della vasta parrocchia di Mary Star, di cui Tony faceva parte, come del resto in tutti gli Stati Uniti, il Trigesimo non si usa,non viene celebrato, non è cultura confessionale della Chiesa cattolica a stelle e strisce

Ieri 13 settembre giusto un mese trascorso dalla scomparsa dell’amico ischitano d’America Tony Pirozzi che i suoi compagni di giochi di gioventù nell’antico Borgo chiamavano con simpatia e ammirazione “Pellaccia” per il suo fisico asciutto e resistente. Qui da noi in questa data, ossia alla scadenza del primo mese in cui il congiunto è venuto a mancare, si celebra il Trigesimo, in passato veniva chiamato “Funerale”, in suffragio dell’anima del defunto. In America, in California, a San Pedro fra la comunità della vasta parrocchia di Mary Star of the Sea, di cui Tony faceva parte, come del resto in tutti gli Stati Uniti, non si usa, non è cultura confessionale della Chiesa cattolica a stelle e strisce.

SAN PEDRO – TONY PIROZZI CON
MOGLIE E FIGLI E NIPOTI

E non lo è nemmeno in buona parte dell’Europa e del resto del mondo. Ma qui, da noi, a Ischia, l’isola di Tony e della sua famiglia originaria, lo si fa, organizzato per bene. Se ne incaricano i familiari dello scomparso. I quali lo annunciano alcuni giorni prima con un manifesto pubblico affisso sui muri del paese in spazi specifici. Inoltre ci si accorda col parroco della Chiesa locale per la messa solenne, il discorso commemorativo e la distribuzione fra i presenti alla cerimonia funebre delle rituali preci alla memoria, un cartoncino su cui sono stampate note biografiche e la foto del defunto con una preghiera per la salvezza dell’anima. Se l’ischitano Tony Pirozzi avesse lasciato questo mondo nella sua Ischia Ponte all’ombra del Castello Aragonese simbolo dei suoi sogni ischitani, avrebbe sicuramente beneficiato appieno di questo tradizionale e commovente estremo saluto alla maniera delle usanze nostre a trenta giorni dalla sua dipartita.

SAN PEDRO – TONY PIROZZI COL FIGLIO
ANTHONY E LA MAGLIA DEL NAPOLI

Ecco, a 24 ore dal giorno del Trigesimo gli tributiamo il nostro omaggio alla memoria, l’ultimo saluto al caro amico Tony la cui scomparsa mi ha rattristato moltissimo. Ci univa una lunga, bella e sincera amicizia impreziosita da un istruttivo rapporto di numerosi incontri in America ed a Ischia dove si conversava della sua e nostra bella isola che portava da sempre nel cuore, del suo Napoli del quale era grande tifoso. Parlavamo di spettacoli e di sport in particolare del campionato di calcio italiano della serie A che egli da bravo e professionale radiocronista commentava nel seguito programma italiano radiofonico di Gianni Lauro-Sparaspilli. L’ amico Tony, come ha ricordato suo figlio Anthony del quale era orgoglioso, come del resto anche dei suoi altri figli, amava la sua famiglia, i buoni amici e la sua Italia di cui seguiva pregi e difetti. Di Tony Pirozzi ora per chi scrive rimangono i bei ricordi quando ci incontrammo per la prima volta in California nel novembre del 1968 e di tutte le altre occasioni che ci hanno visto insieme a parlare di quanto era bella la vita con i nostri sogni realizzati e non, con i nuovi obiettivi da raggiungere con la convinzione scontata che la speranza per ogni cosa è sempre l’ultima a morire.

SAN PEDRO 1961 – TONY PIROZZI
E COOKIE -FILOMENA SPOSI

Ma soprattutto di Tony Pirozzi rimangono le testimonianze incancellabili della sua intensa vita vissuta scandita a tappe in un percorso esistenziale di straordinaria positività. Tony Pirozzi si è spento in San Pedro di California in America il 13 agosto scorso a 82 anni. Lascia la moglie “Cookie” al secolo Filomena di 58 anni e una schiera di figli, nipoti e pronipoti oltre ad un fratello e tre sorelle. Al di sopra di una famiglia così allargata e compatta Papà Tony si è sempre sentito un Re amato e rispettato. I suoi figli per i quali stravedeva hanno risposto alle sue aspettative alla grande,seguendo come lui desiderava insegnamenti e consigli. Gli saranno grati per sempre i suoi figli Jerry con Toni, Domenic, Anthony con Carolyn e Amy con Christian, i suoi otto nipoti e sei pronipoti, le sorelle Teresa Racowschi, Nicolina Ferrigno, Angelina con Giovanni Ferrigno ed il fratello Vince con Mary. Tony Pirozzi ha raggiunto nella pace del Signore i suoi genitori Maria e Ciro e la quarta sorella Maria in Di Scala. Suo padre Ciro Pirozzi esperto pescatore del Borgo era stimato e conosciuto col soprannome di “Ciro ‘U Sic” per la sua discreta magrezza.

TONY PIROZZI A ISCHIA ALLA FESTA DI
COMPLEANNO DEI 90 ANNI DELL’AMICO
SPARASPILLI – ERA IL 4 FEBBRAIO 2010

La sua popolarità a Ischia Ponte negli anni ‘40 e ’50 gli derivava anche dal ruolo di uno dei calciatori protagonisti che ricopriva insieme ad altri suoi amici compaesani “famosi” quanto lui nelle storiche squadre di Proconigli e Pescecani che si affrontavano in memorabili partite a pallone sul piazzale delle alghe davanti al Castello nei pomeriggi del 5 marzo giorno festivo di San Giovan Giuseppe della Croce e del Lunedì in Albis di Pasqua. Tony Pirozzi nato a Ischia il 12 dicembre del 1937 lasciò l’isola nel 1956 compiendo con i suoi genitori Maria e Ciro e sua sorella Angelina il cosiddetto viaggio della speranza per scoprire una nuova vita di opportunità in una terra ospitale:l’America. Arrivarono a San Pefro di California il 5 Aprile di quell’anno dove iil giovane Tony conobbe la sua amata moglie Cookie sposandola nel 1961.

Ads
TONY PIROZZI L’ISCHTANO-AMERICANO
DALL’ETERNO SORRISO

Già da ragazzo a Ischia, Tony Pirozzi, intraprendente e sveglio, si sentiva affascinato e mostrava un evidente interesse per la radio, ascoltando i programmo e volendo capre le tecniche radiofoniche, tanto che in California decise di seguire la sua passione partecipando a specifici corsi di apprendimento conseguendo presso la National Technical School di Los Angeles una laurea tecnica. Tony era un giovane intelligente ed applicativo , doti che gli permisero di specializzarsi nella riparazione di radio e televisori e diventare esperto nella teoria ed applicazione elettroniche intervenendo con successo anche nelle nuove tecniche sofisticate. Nel 1965 forte delle sue prime esperienze aprì al pubblico in San Pedro una sua attività commerciale, la Tony’s TV Sales and Service servendo così la sua numerosa, varia ed affezionata clientela con serietà e successo per 43 anni.

Ads
TONY PIROZZI A ISCHIA CON ANTONIO LUBRANO

Tony aveva una forte passione per promuovere la cultura italiana nel suo nuovo paese. Nel 1957, la domenica pomeriggio, si unì al programma della radio italiana Gianni Lauro- Sparaspilli sulla stazione radio KTYM di Inglewood, per trasmettere i risultati delle partite di calcio dall’Italia, facendo uso di una radio a onde corte per ricevere i programmi dall’Italia e condividerli nella sua trasmissione. Tony alla fine si sarebbe separato e avrebbe iniziato il suo programma radiofonico. Le sue trasmissione sportive in America alla radio sono andate in onda per 47 anni per la gioia di tutti gli sportivi italiani in California. Una delle passioni di Tony che più lo animavano e lo facevano star bene è sempre stato il gioco del calcio e il piacere di tifare per la sua squadra del cuore, il Napoli. Nel 1958 a San Pedro fondò l’ Olympia Soccer Club ed entrò con la squadra nella “Greater Los Angeles Soccer League” nel 1960.

TONY PIROZZI A LOS ANGELES CON
L’EX CALCIATORE DELLA JUVENTUS
DEL PIERO

Successivamente fondò l’Olympia organizzando incontri di italiani locali attraverso serate di ballo e cene a pagamento per la raccolta fondi. Così nel 1965 L’Olympia divenne una squadra di calcio di semiprofessionismo. Nel 1969, Tony si prese una pausa nella gestione del calcio, fino al 1973. Quando riprese il suo posto riformò e tornò a dirigere il San Pedro Italian Soccer Club. Il momento di punta del club fu nel 1979, quando vinse il campionato di prima divisione della Greater Los Angeles Soccer League.l’Associazione Sportiva Italiana, che divenne il Club Italo-Americano, con licenza di sponsorizzare. Quando la Nazionale italiana di calcio vinse contro la Germania la finale della Coppa del Mondo, Tony Pirozzi dal suo programma radio invitò gli sportivi italiani emigrati in ascolto a raggiungere il suo negozio TV sulla Gaffey Street al n. 12 per un brindisi celebrativo per festeggiare la grande vittoria. Si presentarono in duemila con bandiere italiane sventolanti sulle auto dipinte con i colori nazionali bianco, rosso e verde. Quello per Tony fu un evento di italianità unico per San Pedro che lo emozionò tantissimo e conferì ancora più senso alla grande passione che nutriva per il calcio.

TONY PIROZZI CON LA MOGLIE
COOKIE-FILOMENA E COL FIGLIO ANTHONY

Ma il momento di passione calcistica più memorabile di Tony è stato nel 1987, quando si recò a Napoli per assistere alla partita del Napoli di Maradona dove il suo Napoli conquistò il primo scudetto della sua storia. Tony Pirozzi al termine della partita in tempo reale si collegò dallo stadio San Paolo impazzito di gioia via telefono col suo programma radio in California per una breve radiocronaca di quella grande festa sportiva che egli insieme ai napoletani stava vivendo. Più recentemente, già minato nel fisico, Tony ha potuto assistere alla finale di Coppa Italia del 17 giugno 2020 dove il suo il Napoli battendo la rivale Juventus conquistò la coppa! Più tardi avrebbe visto la sua ultima partita del Napoli pochi giorni prima della sua scomparsa. Tony Pirozzi oltre al calcio ed alla radio era anche un grande appassionato di musica, canzoni e spettacoli per gli italo-americani.

TONY PIROZZI CON LA SUA AMATA MOGLIE
COCKIE A SAN PEDRO DI CALIFORNIA

A ogni occasione promuoveva il patrimonio canoro e musicale italiano seguendo i Festival di Sanremo e quello di Napoli con personale attenzione agli esaltanti percorsi artistici dei vari cantanti italiani prediligendo uno su tutti, Claudio Villa il reuccio della canzone Italiana e magistrale interprete degli stornelli romani. Il rapporto amicale e professionale nel settore con Gianni Lauro Sparaspilli gli consentì di conoscere personalmente il suo cantante italiano preferito Claudio Villa ad uno spettacolo organizzato dallo stesso Sparaspilli allo Shrine Auditorium di Los Angeles dove Tony ricopriva il ruolo di Maestro di Cerimonie. Negli anni ’80 e ’90 Tony ha prodotto e promosso concerti italiani al Warner Grand Theatre di San Pedro, all’Hollywood Palladium ed a molti altri teatri. Questi concerti avevano per protagonisti cantanti italiani quali Albano e Romina Power, Toto Cutugno, Ricchi e Poveri, Luciano Tajoli, Nicola Di Bari, Massimo Ranieri, Pupo, Gigi D’Alessio e molti altri. Per quanto Tony amasse promuovere la sua cultura italiana, la parte più importante della sua vita era la sua famiglia.

TONY PIROZZI CON MOGLIE E FIGLI

Gli piaceva passare il tempo con i suoi figli e nipoti, davanti a un piatto dell’ottima pasta di sua moglie, guardando le partite di calcio, parlando e ridendo insieme, o semplicemente prendendo un caffè o un latte con i biscotti che chiamava Soupy-Soupy. La sua scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile nella sua stessa famiglia, fra gli amici che lo hanno conosciuto e frequentato, nella comunità italiana di San Pedro che lo stimava. Saranno quindi i ricordi che ce lo lasciano immaginare ancora in vita con l’aspetto sincero della persona perbene, tranquilla, gentile, generosa, e soprattutto con quell’ eterno sorriso stampato sul suo viso che ispirava simpatia e fiducia. Addio Tony Pirozzi padre, marito, nonno e amico esemplare. Che Tu possa riposare in pace e rivivere col sorriso di sempre fra gli angeli del Paradiso.

antoniolubrano1941@gmail.com

info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button