CRONACAPRIMO PIANO

Trovata l’intesa tra Enzo e i tassisti, in municipio la “fumata bianca”

Ieri pomeriggio nuova riunione della commissione: la tariffa resta a dieci euro, arriva il supplemento bagaglio di 1.50 euro. Ma prima di partire si procederà al nuovo contingentamento dei mezzi nell’area portuale

Sentito, partecipato, a tratti anche nervoso e teso ma dopo quanto accaduto sabato scorso sarebbe stato oggettivamente impossibile pensare il contrario. Ieri pomeriggio, con la riunione della commissione, si sono ritrovati in municipio i due grandi contendenti dell’estate ischitana 2019: da una parte l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Enzo Ferrandino, dall’altra una rappresentanza sindacale e di tassisti. Due fazioni in guerra aperta, per la tariffa predeterminata di dieci euro che non andava giù agli operatori del servizio pubblico da piazza e che veniva ritenuta intoccabile dalla classe politica ischitana e in particolare dal suo primo cittadino. Attorno a un tavolo, a mo’ di guelfi e ghibellini, si sono ritrovati tra gli altri lo stesso Enzo Ferrandino, poi Paolo Ferrandino, Luca Montagna, Luigi Di Vaia, Pasquale Balestrieri ed Antonello Sorrentino, insomma “il pubblico delle grandi occasioni”. Anche dall’altra parte la risposta non era certo minore, a contrapporsi c’erano Roberto Scaccino, Pasquale Ottaviano, Marco Renardi, Ciro Impagliazzo, Maurizio Iacono e almeno un altro paio di tassisti.

Dopo una discussione durata circa tre ore, a dimostrazione di come la convergenza tra le parti fosse tutt’altro che agevole, si è arrivati a quella che si auspica possa essere la definitiva quadratura del cerchio, in grado di spegnere il fuoco delle polemiche e garantire una stagione estiva tranquilla e lontana da altri “colpi di testa” come quello legato all’ammutinamento messo in atto nello scorso fine settimana al Parcheggio Guerra. La tariffa predeterminata rimane invariata, anche se una novità sostanziale c’è: è stato consentito di applicare il supplemento bagagli quando la valigia supererà le dimensioni di 50 x 70 centimetri. Il costo sarà di 1.50 euro a bagaglio ed in ogni caso tutti i supplementi applicati non potranno mai superare quota 5 euro. Per farla breve, nella peggiore delle ipotesi (per il cliente) e nella migliore (per il tassista) una corsa all’interno del territorio comunale non potrà superare il prezzo di 15 euro. L’impressione è che gli operatori del servizio pubblico da piazza portino a casa un buon risultato, laddove si consideri – come abbiamo ripetuto anche nei nostri precedenti servizi – che difficilmente un turista sbarca sull’isola per una vacanza sprovvisto di adeguato bagaglio.

Attenzione, però, la nuova tariffa non parte da oggi. Le parti hanno infatti convenuto che lo start avrà luogo nel momento in cui sull’area portuale partirà il nuovo contingentamento dei taxi che prevede la seguente “mappa” ed i seguenti numeri: nella zona dello sbarco degli aliscafi potranno sostare soltanto 15 autovetture, altre 10 invece potranno prendere posto presso la banchina Olimpica, nell’area attigua allo sbarco dei traghetti provenienti da Napoli e Pozzuoli. Chiaro l’intento del sindaco e degli amministratori, quello cioè di evitare una “muraglia bianca” che a loro dire produce un’immagine di scarso decoro per Ischia, immagine che tra l’altro è una delle prime – se non la prima in assoluto – che accoglie il turista allo sbarco. Tutti gli altri taxi ed i loro conducenti attenderanno come rincalzo parcheggiati nell’area di parcheggio Guerra e potranno raggiungere il porto man mano che si libereranno i posti: a tal proposito è stata disposta un’autoregolamentazione concordata con le sigle sindacali degli operatori del servizio pubblico da piazza. Mettere a puntino questa nuova regolamentazione non dovrebbe rappresentare un’impresa, ed infatti sindaco e amministratori sono convinti che si potrebbe partire anche già venerdì. Se così non fosse, massimo all’inizio della prossima settimana prenderà il via la nuova tipologia di servizio con l’annesso piano tariffario così come modificato.

Un aspetto positivo e che sicuramente va rimarcato riguarda il senso di responsabilità che viene affidato agli stessi tassisti, che con il sistema approvato ieri pomeriggio dovranno operare all’insegna dell’auto regolamentazione, divenendo parte diligente e rispettando in autonomia le regole. Anche se appare evidente che il comando di polizia municipale continuerà a vigilare per accertarsi che tutto funzioni per il meglio. Nel corso del lungo faccia a faccia, infine, il sindaco Ferrandino ha in premessa duramente censurato l’atteggiamento avuto sabato mattina dai tassisti, accusando gli stessi di scarsa sensibilità e ribadendo che se fenomeni di “ammutinamento” come quello registrato dovessero verificarsi nuovamente, si adiranno le vie legali come previsto dalle normative vigenti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close