ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

Tutte le ombre del parcheggio ex JollY, dalle tariffe esose ai disabili “dimenticati

Stalli della sosta a pagamento ovunque, prezzi alle stelle e invalidi costretti a pagare sulle strisce blu. Purtroppo a causa del malgoverno dell’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Enzo Ferrandino e di quelle che l’hanno preceduta, a Ischia si continua a penalizzare, a livello economico e sociale, gli automobilisti isolani con la tariffa che sulle strade adiacenti il centro, raggiunge i due euro all’ora: assurdo! La cosa più indegna e vergognosa è che al contrario di come avviene in moltissime città italiane come Napoli, Firenze, Bologna, Genova, Roma, Torino e tante altre, nel Comune di Ischia anche gli invalidi sono costretti a pagare negli stalli blu. Si tratta di una vessazione economica verso chi è più debole e sfortunato, e che spesso deve fare anche i conti con problemi di deambulazione, di un’inciviltà amministrativa indicibile. Una vergogna che balza agli occhi di tutti anche  nel parcheggio ex Jolly, l’area di sosta pagata con i soldi dei cittadini e che, invece di essere messa gratuitamente a disposizione degli ischitani, è stata data in pasto agli affari economici della ditta che gestisce le strisce blu: da non credere! Pensate che nel parcheggio a due piani, su ben 112 posti auto solo tre sono stati riservati agli invalidi. Appena il 3% circa dei posti disponibili: quanta disumanità! Si tratta dell’ennesima scelta politica con cui da un lato si favoriscono gli affari privati e, dall’altro, si penalizzano gli interessi collettivi e, soprattutto, si umiliano i diritti degli invalidi. Sindaco Enzo Ferrandino e amministratori ischitani tutti, possibile che amministrativamente parlando non riuscite proprio ad avere rispetto per chi, purtroppo,  è più sfortunato? Eppure molti di voi la domenica mattina si recano puntualmente in Chiesa a battersi la mano in petto o si vedono sfilare dietro le processioni religiose promettendo, almeno a parole, fede ai valori cristiani della solidarietà e dell’aiuto verso i più bisognosi. Solo ipocrisia allo stato puro perché nel vostro modo di disamministrare il paese non c’è traccia alcuna dei valori cristiani a cui, a chiacchiere, dite di riconoscervi! Passatevi una mano sulla coscienza, se ancora ne avete una, e cominciate a rispettare chi già quotidianamente deve fare i conti con seri problemi di salute dando la possibilità a tutti i possessori di contrassegno di invalidità a poter parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu presenti su tutto il territorio comunale. Intanto il parcheggio ex Jolly continua a non essere utilizzato dai residenti per l’esosissima tariffa di abbonamento che l’amministrazione comunale ha avuto il coraggio di fare ammontare a cento euro al mese. Ai cittadini ischitani, che purtroppo nella loro stragrande maggioranza hanno votato per l’attuale amministrazione di Enzo Ferrandino e per l’inesistente minoranza targata Gianluca Trani-Domenico De Siano, rivolgiamo un appello accorato: non date più il vostro consenso elettorale a chi gestisce il potere amministrativo contro gli interessi collettivi, ma per il bene di Ischia e degli ischitani e delle future generazioni, alla prossima occasione date forza e sostegno ai rappresentati del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista che da sempre si battono per la difesa degli interessi del nostro paese e dei nostri concittadini, nonostante non presenti in Consiglio comunale.

Gennaro Savio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close