Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Tutti a nanna, l’Arma spegne la movida

Fine settimana di intenso lavoro per i carabinieri della Compagnia di Ischia: “sgomberata” in particolare l’area della Riva Destra dove dopo la mezzanotte continuano a sostare tantissimi giovani. Otto le persone contravvenzionate per violazione del coprifuoco, un centauro denunciato per guida in stato di ebbrezza

Ormai ci siamo, presto anche la Campania sarà zona bianca e con l’estate piena il coprifuoco potrà essere un lontano ricordo. Presto, abbiamo detto, salvo complicazioni che non si intravedono all’orizzonte a far data dal prossimo 21 giugno. Ma nel frattempo le normative mirate ad arginare la diffusione del contagio da covid-19 ci sono e vuoi o non vuoi devono essere rispettate. Ma l’aria estiva e frizzantina dei fine settimana ischitani, dove estate e stagione turistica sono già iniziati, evidentemente non invogliano ad una “ritirata” allo scoccare della mezzanotte e questo impone gli straordinari alle forze dell’ordine presenti sul territorio. Nel fine settimana appena trascorso i carabinieri della Compagnia di Ischia (guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione), che anche nel corso del fine settimana appena trascorso sono stati impegnati non poco particolarmente per il controllo e monitoraggio del flusso turistico sull’isola verde e nella vicina Procida.

Il bilancio dei militari parla di 133 persone identificate e 47 veicoli controllati. Durante il servizio – che come da prassi è stato caratterizzato come sempre accade dal buonsenso e da finalità mirate alla prevenzione – i carabinieri hanno sanzionato otto persone per il mancato rispetto del coprifuoco imposto dalle normative anticontagio. C’è stata una presenza costante anche sui luoghi della movida e non a caso l’intervento più significativo si è svolto proprio in un “tempio” del divertimento ischitano e cioè la Riva Destra. Qui a mezzanotte tutto tirava fuorchè aria di coprifuoco e a quel punto il personale guidato dal capitano Mitrione ha dovuto con decisione ma nel contempo con tatto e diplomazia far allontanare dai locali e soprattutto dall’esterno degli stessi tanti giovani. Un’operazione complessa ma che si è svolta senza che si verificassero assolutamente momenti di tensione. Nel corso dei normali posti di controlli ubicati nei punti strategici del territorio, infine, un centauro è stato denunciato in stato di libertà perché fermato alla guida in stato di ebbrezza. Non sono poi mancate le sanzioni per violazione delle norme che disciplinano il codice della strada, in particolare per uso del telefono alla guida e per non aver osservato quanto previsto dal divieto di sbarco per vetture e motoveicoli con targa campana.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x