CULTURA & SOCIETA'GALLERIA

Tutti i colori e i sapori dell’Ipomea del Negombo

Il riuscitissimo evento lo scorso fine settimana tra fiori da guardare e altri da gustare con gli chef dell’isola

Si è concluso domenica il coloratissimo weekend che la baia del Negombo dedica a “Ipomea” la mostra mercato di piante rare e inconsuete della fascia tropicale calda. Fiori di ogni genere hanno accolto il visitatore che, sin dall’ingresso del parco idrotermale, si è trovato catapultato in una dimensione profumatissima, tra rose, orchidee e piante d’ogni specie. Una tre giorni per tutti gli appassionati del pollice verde, ma anche per quelli che dei colori e dei profumi dei fiori non ne hanno mai abbastanza. Anche quest’anno, non solo estetica, ma anche gusto. Sabato pomeriggio, infatti, alcuni tra gli chef più rinomati di Ischia si sono esibiti in una spettacolare performance gastronomica dove, protagoniste, sono state le piantine, questa volta però, tutte da gustare! AI fornelli gli chef Giovanni De Vivo, Nino Di Costanzo, Emmanuel Di Liddo, Pasquale Palamaro, Crescenzo Scotti e il pasticciere del Grande Albergo della Regina Isabella Nello Iervolino. Sono stati loro a reinventare fiori e germogli realizzando delle pietanze gourmet davvero eccezionali. E così, tra le mani dello chef dell’ Indaco Pasquale Palamaro, è comparso un vaso fatto di pasta di cacao con all’interno tartarre di palamita e limone salato con piantina di canasta condita con mosto di vino cotto e melissa, acciughe e gamberi bianchi. Un risotto mantecato con crema di latte affumicata con succo di limone e basilico nano per lo chef de Al Fugà del Negombo, Emmanuel Di Liddo. Coloratissimo il piatto di Nino Di Costanzo, chef del Danì Maison che, per il pubblico di Ipomea, ha preparato tortelli di ricotta noci e pomodori secchi con  una foglia di melissa e ricotta, olio allo zenzero ma soprattutto verdure che, per osmosi, sono state presentate nel piatto con un colore diverso dal solito. Particolare il dolce del pasticciere Nello Iervolino che ha presentato un biscotto morbido alla citronella, con crema verde alle erbe aromatiche (prezzemolo, basilico, menta e lemograss) crumble  di fragole e lime e poutpourri di fragole e basilico. Per finire un  ramoscello di pastafrolla con i fiorellini molto simile all’idea di un cactus. Novità di quest’anno i ragazzi del Porto 51 che hanno affiancato un drink ai piatti preparati dagli chef. E tutti questi bei colori sono finiti nelle tavole di Simo Capecchi, architetto e urban sketcher e  Blasco Pisapia che, nascosti tra la gente, hanno ricreato le suggestioni del parco  catturando i volti per un reportage grafico in diretta per l’Ipomea Live Sketching. Un evento coloratissimo che vi dà appuntamento al prossimo anno!

Foto Tommaso Monti

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close