Statistiche
CRONACA

Tutti vaccinati entro luglio a Ischia e Procida, il piano di D’Amore

Il direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord ha annunciato l’ambizioso progetto spiegando che «tra dieci giorni i palazzetti di Ischia e Forio saranno due punti vaccinali»

Vaccinare tutti gli isolani entro luglio. Questo l’ambizione di Antonio D’Amore, direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord. L’obiettivo per D’Amore è quello di «Inoculare 8mila dosi al giorno di vaccino». A breve, quindi, ci sarà uno sprint. E le Isole del Golfo di Napoli saranno le protagoniste. «Tra 10 giorni – conferma il direttore generale dell’azienda sanitaria locale a ‘Il Golfo’ – i palazzetti dello sport di Ischia e Forio diventeranno sedi vaccinali».

Ma non solo. Per d’Amore «non si può trascurare l’impatto che la campagna vaccinale può avere sull’economia. La ripresa delle attività turistiche è fondamentale. A Ischia e Procida dopo gli over 80 i docenti abbiamo vaccinato il personale sanitario al servizio delle strutture termali convenzionate. Adesso tocca agli over 70 e il resto della popolazione». E qui l’annuncio: «contiamo di arrivare a fine luglio con la copertura pressoché totale delle due Isole del Golfo». Entro il mese di agosto, quindi, Ischia e Procida potrebbero essere isole Covid free. II manager dell’Asl Napoli 2 Nord, ci spiega la sua formula vincente nella campagna anti-Covíd: «Siamo convinti che i vaccini debbano andare verso la popolazione e non viceversa». Da qui la scelta di proporre un modello vincente già visto sull’isola di Ischia. Un mese fa per un intero weekend l’istituto ‘Telese’ è diventato un centro vaccinale speciale. All’interno del plesso scolastico sono state vaccinate poco meno di 2mila persone. Si tratta di 1200 insegnanti delle scuole di Ischia e Procida ed il personale sanitario dei centri termali convenzionati.

Vaccino

«Abbiamo pensato – ci conferma D’Amore – ad un’organizzazione capace di evitare che migliaia di persone, a cominciare dagli anziani, fossero costrette a fare decine di chilometri per un vaccino attraversando territori diversi comuni e creando assembramenti».  Sull’isola questo discorso è maggiormente amplificato. Se le sedi vaccinali fossero state solo sulla terraferma in tantissimi avrebbero rinunciato pur di non sottoporsi ad una trasferta via mare. La ricetta di D’Amore è chiara: «Siamo convinti che i vaccini debbano andare verso la popolazione e non viceversa.  Grazie alla collaborazione dei sindaci abbiamo individuato spazi pubblici da rendere centri vaccinali straordinari in aggiunta ai centri ospedalieri distrettuali della nostra Asl». Nel giro di pochi giorni sull’isola di Ischia (l’inaugurazione potrebbe avvenire entro Pasqua) nasceranno due centri vaccinali speciali: il palazzetto dello sport di Forio e quello di Ischia. Insomma i buoni propositi ci sono, la volontà di vaccinare tutti e l’organizzazione, anche. Speriamo solo che ci siano dosi a sufficienza di vaccini tanto da poter rendere immediatamente esecutivo il piano vaccinale dettato dal direttore Antonio D’Amore.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x