Statistiche
POLITICAPRIMO PIANO

Ultimi fuochi a Serrara Fontana prima delle liste

A quarantott’ore dal deposito delle candidature, ecco i nomi più accreditati delle due formazioni che si fronteggeranno nelle elezioni del 3 e 4 ottobre

Mancano ormai poche ore alla presentazione ufficiale delle liste che si contenderanno il favore degli elettori di Serrara Fontana, chiamati al voto per il 3 e 4 ottobre. Sabato mattina, dopodomani, conosceremo i nomi dei candidati. Da qualche giorno comunque le formazioni sono in grandissima parte già delineate, anche se su alcuni nomi vige ancora il più stretto riserbo. E non potrebbe essere altrimenti in una realtà sì variegata come quella del Comune in questione, ma tutto sommato comunque abbastanza circoscritta. La conformazione del territorio porta a dividere le varie frazioni in maniera piuttosto netta, e ciascuna delle due formazioni ha cercato di ottenere l’adesione di esponenti del posto in grado di catalizzare consenso e convogliare voti preziosi. Cerchiamo di fare il punto della situazione, colpi di scena permettendo.

Sabato prossimo gli ormai ex amici Rosario Caruso e Cesare Mattera presenteranno i componenti delle rispettive squadre. L’ossatura delle liste è ormai abbastanza chiara, restano da chiarire alcuni dubbi, in particolare la “copertura” del Ciglio per Caruso e i candidati di Succhivo per Cesare, a partire dal “nodo-Mustaki”

Il sindaco uscente Rosario Caruso ha lanciato Irene Iacono a succedergli sulla poltrona di primo cittadino, mentre altri candidati di peso saranno Tony Galano, Lucio Poerio Iacono, Eugenio Mattera e Tilde Trofa. Quest’ultima, stando ad alcune voci, avrebbe tuttavia manifestato qualche malumore in quanto certe decisioni sugli assetti post-elettorali sarebbero già state prese.

A Succhivo, “sponsorizzato” dall’avvocato Acunto, è stato scelto Vincenzo Maltese, mentre per Fontana ci sarà Roberta Mattera. Una candidatura maturata nelle ultime ore dovrebbe essere quella di Luisa Morelli. A “presidiare” Sant’Angelo, i candidati ormai quasi sicuri saranno Paolo Di Maio del ristorante “Lo scoglio”, e Michela Pettorino, del ristorante “La cava del fresco” di Cavascura e moglie di Claudio Iacono, ex gestore del porto, mentre qualche difficoltà sembra esserci nel reperire esponenti che possano “coprire” la zona del Ciglio. Gli ultimi due giorni potrebbero essere decisivi in tal senso: si vocifera di una vera e propria sorpresa per il candidato rimanente.

Già, perché questa fase pre-elettorale è stata caratterizzata fino a estate inoltrata dalla difficoltà per entrambe le liste nel trovare candidati che accettassero di scendere nell’agone politico: una ritrosia generalizzata, con numerosi nuclei familiari trovatisi davanti a scelte non facili, quando non imbarazzanti. Situazione che spesso ha fatto desistere molti dall’accettare le proposte di candidatura.

Ads

Sull’altro fronte, con Cesare Mattera candidato sindaco, la lista che lo supporta è nata dalla “fusione” di parte dell’opposizione, già da tempo al lavoro sul programma, col gruppo che da sempre sostiene l’ex primo cittadino. Una fusione “a freddo” tra i due gruppi, dunque, che ha creato anche qualche diversità di vedute, soprattutto sulla decisione della ripartizione di eventuali cariche in caso di elezione. La lista dovrebbe essere ormai completa, a partire dalla zona di Sant’Angelo, con un trio di candidati quali Roberto Iacono, Celestino Iacono e Peppino Di Meglio. Qualche dubbio sussiste a Succhivo tra due candidati, tra cui dovrebbe esserci Francesco Mattera “Mustaki”, sul cui eventuale ruolo nell’esecutivo si addensano parecchie perplessità all’interno della stessa compagine (del tipo “vicesindaco? Ma anche no”) mentre come rappresentante al Ciglio c’è un ballo un nome, la cui identità tuttavia non è ancora filtrata. Su Serrara ci sono Palma Iacono e “Sandrino” Iacono, mentre Fontana è notoriamente presidiata da Daniele Trofa e Aniello Mattera. Dovrebbe comunque emergere un altro candidato per ciascuna delle due località. Un nome accreditato, sulle tre caselle mancanti, è quello di Betti Mattera, anche se pure in questo caso non c’è ancora certezza

Ads

Sono questi, dunque, i “telai” delle due formazioni, anche se come si è visto, manca ancora qualche nome: ed è su questi che si stanno intrecciando febbrili e riservate trattative, mantenendo il maggior riserbo possibile anche perché si tratta di persone che potrebbero aver avuto in passato legami più o meno stretti con la formazione opposta. Dunque, si tende a mantenere la massima discrezione fino a sabato, per evitare “assalti alla diligenza” dell’ultimo minuto. Da sabato, caduti i veli sulle due “squadre”, scatterà il “derby” della campagna elettorale per aggiudicarsi il consenso dei cittadini in quelle che si profilano come le elezioni più interessanti e incerte degli ultimi lustri a Serrara Fontana, visto il rimescolamento causato dalla frattura nella maggioranza uscente durante la primavera scorsa, che ha provocato lo scioglimento anticipato della consiliatura e il commissariamento del Comune.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x