Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ultimo tango in municipio, il nodo resta il vicesindaco

ISCHIA. I giochi sono fatti. O quasi. E attenzione a quel quasi, perché potrebbe nascondere una serie di sfaccettature tutt’altro che irrilevanti. Anche nella giornata di ieri il sindaco d’Ischia Enzo Ferrandino ha proseguito il suo “giro” di consultazioni che dovrebbe portarlo a comporre la nuova giunta municipale, di stampo rigorosamente politico. Anzi, leviamolo quel condizionale, perché ormai la pazienza degli attori della politica made in Ischia ha raggiunto il punto di non ritorno. L’ultimo incontro in ordine di tempo c’è stato con una delegazione del gruppo consiliare “Vivere Ischia”, attualmente quello più numeroso nel civico consesso e per giunta destinato a incrementarsi a breve con l’ingresso di Maurizio De Luise. Enzo un quadro della situazione ce l’avrebbe. Nel nuovo esecutivo siederanno di sicuro Luigi Di Vaia e Paolo Ferrandino, anche Ottorino Mattera è riuscito a vincere il suo personalissimo braccio di ferro: ha scelto Luca Spignese, che così rientra dalla porta di servizio dopo la mancata elezione a consigliere comunale nel maggio dello scorso anno. Luca Montagna e il gruppo “Sciarappa” dovranno scegliere così una quota rosa, e la cosa pare non faccia fare i salti di gioia dalle parti di via Michele Mazzella, dove presumibilmente avrebbero preferito puntare sul colore azzurro. Tornando al rosa, il secondo nome sarà appannaggio proprio di Vivere Ischia: la prescelta è Rosanna Ambrosino, nome graditissimo a Giosi Ferrandino, gradito a Massimo Trofa ma che ad essere sinceri non fa fare i cosiddetti salti di gioia a Pasquale Balestrieri e Carmen Criscuolo, che avrebbero preferito una soluzione diversa.

Fin qui nulla di nuovo dal fronte, verrebbe voglia di dire. O forse no. Allo stato dell’arte il nome più accreditato per ricoprire il ruolo di vicesindaco è quello di un supporter della prima ora di Enzo Ferrandino e cioè Luig Di Vaia. Ma nei corridoi del palazzo municipale di via Iasolino si “racconta” di una tentazione del primo cittadino che potrebbe anche puntare su un esponente del gentil sesso come suo “secondo”. In tal caso il nome gettonato è sempre quello di Rosanna Ambrosino e qui non mancano i maligni di turno che sospettano che un’operazione del genere potrebbe essere anche il frutto del definitivo “disgelo” e della ritrovata armonia tra Enzo e il suo predecessore Giosi Ferrandino. Fantapolitica o ci può stare? Beh, entrambe le ipotesi hanno fondamento e motivo di essere, è chiaro che in casi del genere soltanto il tempo potrà dare le giuste risposte. E con l’ingresso del “popolo” nel civico consesso, si capirà se l’atteggiamento giosiano sarà quello di chi vuol fare “fuoco” o magari decisamente più accondiscendente. E poi un altro indizio arriverà dalla eventuale ridefinizione degli assetti di potere e controllo all’interno delle società partecipate: capiremo chi le gestirà e anche quello sarà un momento in grado di dissipare molti dubbi. Se il primo cittadino garantisce un assessorato a testa a una lista che vanta un solo consigliere (quella di Paolo Ferrandino) e ad una che ne annovera addirittura quattro (Vivere Ischia), è pensabile che non si vada a colmare lo scompenso in qualche modo? Punti interrogativi, tanti, forse ancora troppi. Ma ormai il dado è tratto e pensare a sorprese last minute appare un’impresa improbabile. Rimescolare le carte, a questo punto, potrebbe essere fatale.

Gaetano Ferrandino

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x