Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Un altro natale al teatro polifunzionale senza la “Cantata dei Pastori”. Il Sindaco Enzo Ferrandino e Luigi Di Vaia chiamino Peppe Barra e la sua Compagnia

l grande attore napoletano è impegnato da mercoledì scorso 18 fino al 29 dicembre al Teatro Politeama di Napoli con la famosa opera natalizia. Invitato potrebbe tornare a Ischia dove più volte si è esibito davanti al pubblico ischitano – lo speciale feeling con la nostra isola

Anche quest’anno gli ischitani vivranno il loro Natale senza la tradizionale rappresentazione teatrale della “Cantata dei Pastori”. Al Polifunzionale non c’è spazio per simile opera popolare, dal momento che si va sul teatro impegnato. Tre anni fa fu Ernesto Di Liddo ad allestire l’impegnativo ed antico lavoro teatrale e mandarlo in scena proprio al Teatro isolano del Polifunzionale di via Morgioni dopo tanti scappellamenti di fronte a chi doveva decidere. Di Liddo riuscì a superare gli ostacoli e fu un successo di pubblico e di critica. Quest’anno tutti hanno dato forfait. Si sono defilati.

E’ venuta a mancare quella sensibilità che in passato i teatranti dell’epoca a Ischia avevano. Nonostante tutto una speranza lo scorso anno pensammo di poterla nutrire, ipotizzando che chiamato in causa Salvatore Ronga teatrante per eccellenza sull’isola, l’artista ischitano, potesse cedere alla tentazione di occuparsi dell’opera per così dire natalizia. Da queste colonne gli lanciammo un vero e proprio appello che purtroppo fu letteralmente ignorato come gli succede per tutte quelle Iniziative che non lo emozionano e lo lasciano indifferente. Evidentemente La Cantata dei Pastori è uno di quegli appuntamenti del teatro popolare isolano e che non gli procura i giusti stimoli…artistici. Quindi non potendo contare su Salatore Ronga, ci rimane il grande Peppe Barra che con la Cantata dei Pastori ha un feeling particolarissimo da quando la metteva in scena al Trianon di Napoli fino allo scorso anno quando dopo alcuni anni di sosta forzata la ripropose al prestigioso teatro Politeama della città partenopea. Anche quest’anno Peppe Barra non poteva mancare all’appuntamento con l’ antica e famosissima opera natalizia. Infatti è in cartellone già da mercoledì scorso 18 dicembre sempre al Teatro Politeama fino al 29 dopo Natale per il godimento del suo affezionatissimo pubblico. La Cantata dei Pastori nuova che si identifica nell’estro artistico, direzionale ed interpretativo di Peppe Barra rinasce da un’idea dello straordinario attore napoletano nativo di Procida e di Paolo Memoli per un riadattamento dell’opera teatrale sacra scritta da Andrea Perrucci. L’opera, un testo di teatro gesuitico, racconta del lungo e tortuoso viaggio percorso da Maria e Giuseppe da Nazareth a Betlemme e di tutti gli ostacoli che hanno dovuto superare prima di arrivare nella grotta della Natività. Peppe Barra il regista dello spettacolo diventa anche protagonista interpretando Razzullo, scrivano sempre affamato inviato in Palestina per il censimento, insieme a lui ci sarà Rosalia Porcaro nei panni di Sarchiapone, ex barbiere pazzo in fuga da due omicidi da lui commessi, e tanti altri personaggi. Allora cosa fac ciamo ? Chiamiamo Peppe Barra affichè porti a Ischia la “sua” Cantata dei Pastori per presentarla al pubblico ischitano nel teatro comunale Polifunzionale in uno dei giorni fra capod’anno e l’Epifania ? L’dea non è malvagia. Anzi ci sembra abbastanza proponibile. Pertanto la giriamo al Comune d’Ischia e per esso al Sindaco Enzo Ferrandino che ha saputo intervenire di autorità nei giorni scorsi per “migliorare” il Natale agli ischiapontesi trattati male per un tipo di addobbo natalizio stradale fuori tema. Il Sindaco Enzo Ferrandino faccia lo stesso con la rappresentazione teatrale La Cantata dei Pastori. Inviti l’attore partenopeo e òla sua Compagnia a Ischia. Gli ischitani apprezzeranno moltissimo. Al riguardo la storia riaccende la nostalgia.

Negli anni ’40 e ’50 le sole Compagnie teatrali che si distinguevano ogni anno nella rappresentazione della Cantata dei Pastori sull’isola erano la Fisalugo a Ischia Ponte che utitlizzava la sala d’ingresso dell’Episcopio messa a disposizione dell’amato vescovo Mons. Ernesto De Laurentiis, e la Don Bosco a Porto d’Ischia che si esibiva nella palestra al chiuso dell’edificio scolastico Marconi. Entrambe le filodrammatiche potevano contare su di un cast di attori compatti e di notevole bravura. Gli attori di punta della Fisalugo degli anni ’40 erano Sparaspilli, Ciccio Messana, Ippolito Scoti, Maria Castaldi, Maria Artiano, Michele Trani (il meccanico), Giovanni Mascolo, Trani Capaliscia, Valentino Barile, Giannino Lauro, negli anni ’50 invece eccellevano Giovan Giuseppe Cervera, Filippo Farese, Francesco Iacono, Vittorino Cortese, Tina Carcaterra, Antonio Rando, Tonino Artiano, Lello Di Meglio, Salvatore Curci, Antonio Lubrano (il sottoscritto), Vittorio Napolano. Al Don Bosco mantenevano la scena Giannino Messina, Eduardo Canestrini, Rita Assante, Vincenzo Taliercio, Mario Di Liddo, Giovanna Mira, Marisa Mira, Giannino Barile, Michele Boccanfuso Rosaria Buono, Franco Mazzella, Rocco Lombardi. I loro cavalli di battaglia, nel cartellone che presentavo durante l’arco della stagione teatrale erano per l’appunto La Cantata dei Pastori a Natale e la Passione e Morte di Gesù a Pasqua. La Cantata dei Pastori era l’appuntamento teatrale che più di altri li teneva uniti , specie nelle serate in cui erano impegnati nelle prove. Si ritenevano una vera famiglia in cui riuscivano a dare il meglio delle proprie capacità di recitazione. La coppia Razzullo-Sarchiapone della Fisalugo degli anni ’40 era composta da Sparaspilli e Capaliscia, mentre quella degli anni ’50 era rappresentata da Giovan Giuseppe Farese (Cardinale) e Peppino Pilato (‘O Brigante) poi sostituito da Peppino Poli. A Porto d’Ischia alla Don Bosco spadroneggiava nelle parti di Razzullo e Sarchiapone la coppia Giannino Messina e Eduardo Canestrini. Il Benino della Fisalugo è stato prima Michele Trani e dopo Vittorino Cortese, mentre il Benino della Don Bosco era interpretato da Mario Di Liddo.

antoniolubrano1941@gmail.com

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex