Statistiche
CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

Un’ amicizia lunga più di mezzo secolo tra Fred Bongusto e Sandro Petti. Le due case di Roma e di Sant’Angelo del cantante opera dell’amico architetto

Sandro petti si ispirò alla celebre canzone dell’amico Fred Bongusto quando megli anni ’80 progetto’ la “sua” rotonda sul mare per trasformare il litorale di Ischia ponte

Due case a Roma (appartamenti eleganti e di gran gusto estetico) ed una terza a Sant’ Angelo d’Ischia , frequentazioni da una vita, attraverso feste mondane con amici, compleanni da una parte e dall’altra, incontri di lavoro professionale, viaggi, gite per mare, estati favolose, serata inaugurale del Castillo de Aragona e notti folli degli anni storici delle condivise ed applaudite esibizioni nei nigth club alla moda più prestigiosi dell’isola, sono la summa dei motivi che hanno tenuto in piedi per oltre 50 anni il grande rapporto di straordinaria e solida amicizia che intercorreva fra l’architetto Sandro Petti ed il cantante di successo Fred Bongusto scomparso nei giorni scorsi a 84 anni.

FRED BOMGUSTO CON UGO CALISE A SANT’ANGELO

Entrambi non nativi di Ischia, ma come se lo fossero stati, animati com’erano da un amore viscerale per l’isola senza eguali. Fred Bongusto e Sandro Petti, ciascuno grande per la propria professione. Due artisti eccelsi fra canto ed architettura. Si stimavano, ci cercavano, progettavano la vita, disegnavano il presente ed il futuro, Fred con la musica e con la sua voce suadente ed accattivante, Sandro con la matita mossa dalla sua mano magica e dalla fantasia della sua mente ingegnosa e brillante. Due personaggi amati dal loro pubblico anche se per vie diverse che abitualmente convergevano.

FRED BONGUSTO A CENA NELLO STORICO RISTORANTE DELLA RIVA DESTRA ‘A LAMPARA DI TONINO BAIOCCO NEGLI ANNI ’70

Nelle case di Roma in Va Tiberio presso la Cassia e di Via Fleming nei pressi del Corso Francia Sandro Petti che ne aveva curato le linee architettoniche e l’arredamento. era ospite fisso del cantante molisano (Campobasso) e viceversa. Lo stesso avveniva a Ischia nella casa di S. Angelo dove ovunque ti voltavi riscontravi ed ammiravi la mano professionale dell’architetto amico. Il quale a 91 anni suonati vive la vecchiaia nella sua accogliente casa sulla Riva Destra del Porto d’Ischia dopo il definitivo trasferimento da Roma alla “sua” Ischia, forte ed orgoglioso anche di una meritata cittadinanza onoraria conferitagli, con la consapevolezza di essere grato alla vita che fino ad oggi gli ha dato solo soddisfazioni sociali e professionali ed altre possono ancora venire.

FRED BONGUSTO NELLA SUA CASA DI S.ANGELO

I bei ricordi con cui Sandro Petti vive il suo tempo di uomo d’arte e di sogni, sono la migliore medicina per vincere gli anni che lo hanno reso oggi forte ed ammirevole vegliardo ancora in grado di progettare, di dispensare suggerimenti, di offrire consigli per una Ischia, la “sua” Ischia che vuole diventare migliore e corretta nella sua maniera di essere nel rapporto con se stessa, con i turisti che ospita e nell’idea di doversi rinnovare. La scomparsa del suo amico Fred Bongusto è stato per l’architetto un duro colpo da dover smaltire, se vi riuscirà. Sapeva che non stava bene, si telefonavano e ricordavano le date più significative di ciascuno vissute da protagonisti sull’isola. Fra i tanti ricordi del loro passato a Ischia commentati con inevitabile commozione si dava risalto alla emozionante cerimonia nuziale di Fred con la sua amata Gabriella Palazzoli col rito civile sul Comune di Forio d’Ischia davanti all’allora sindaco Gaetano Colella, alla festa degli 80 anni di Sandro Petti nei locali dello yacht club di Ischia con gli amici del club, con noi Lubrano, con Anna Colucci, Anna Maria Petti,e con Fred Bongusto naturalmente ospite d’onore, alla esaltante esibizione di Fred al Mamunia di Tonino Baiocco, agli incontri ischitani con Ugo Calise ed a quant’altro la loro memoria permetteva di rievocare.

IL CARATTERISTICO VILLAGGIO DI SANT’ANGELO

Sul matrimonio che Fred Bon gusto volle celebrare sul Comune di Forio, Gaetano Colella che a quel tempo (anni ’80) era il sindaco del paese, nell’apprendere la scomparsa del famoso cantante per altro dichiarato amico di Ischia, ha voluto esprimere parole di grande stima e riconoscenza per l’artista che ci ha lasciato. Ecco quanto scrive Gaetano Colella: “FRED BONGUSTO,il cantante che ha aiutato ad amare è morto. Ho avuto l’onore di celebrare da SINDACO e con il rito civile sul COMUNE di FORIO il suo ultimo matrimonio con la compagna con cui ha vissuto gran parte della sua vita ..

Ads
IL DISCO DE LA ROTONDA SUL MARE

Ricordo sempre quel giorno che m’incontro’ e con la solita Sua eleganza,classe e con quel timbro di voce inconfondibile, DOCE DOCE mi fece presente che aveva scelto Forio per poter celebrare con rito civile il suo matrimonio con la Donna della Sua vita e espresse il desiderio di gradire che la ufficializzazione dell’evento fosse effettuata dal Sindaco Gaetano Colella.Naturalmente gli risposi che ero felicissimo ed onorato di questa Sua scelta . Cosi, dopo gli adempimenti previsti dalla legge sulla SEDE MUNICIPALE del COMUNE di FORIO sposai questo grande artista della musica italiana ed internazionale con una emozione indescrivibile.

Ads
L’ADDIO

Sarebbe doveroso ,quindi, da parte dell’attuale AMMINISTRAZIONE COMUNALE ricordarLo,riflettendo su come omaggiare un grande personaggio che volle scegliere il nostro COMUNE , per vivere uno dei momenti piu’ importanti della Sua vita.B U O N V I A G G I O FRED che la terra ti sia lieve. Gaetano Colella”. Fred Bongusto muore nella notte dell’8 novembre scorso. E’ stato uno dei grandi nomi della canzone italiana. Si è spento in un ospedale di Roma, dopo una lunga malattia,. La lunga carriera del cantante è stata segnata da numerosi successi e collaborazioni di rilievo, ma è sempre stato piuttosto restio a divulgare aneddoti riguardanti la sua vita privata.

L’AMATA SANT’ ANGELO D’ISCHIA

Era considerato il cantante dell’amore. Fred Bongusto, all’anagrafe registrato come Alfredo Antonio Carlo Buongusto, debuttò nel 1960 con la canzone Bella Bellissima, che non ebbe il successo sperato, raggiunto invece con il brano Doce Doce, che sulla falsa riga di Frank Sinatra porta nella musica dell’epoca quel tono intimistico e confidenziale,utilizzando più volte nel suo repertorio la lingua napoletana. Altre sue canzoni di successo furono  “Spaghetti a Detroit”, “Accarezzame”, “Frida”, “Malaga” (incisa anche da Joao Gilberto), “Balliamo”.

L’ARCHITETTO SANDRO PETTI E FRED BONGUSTO A ISCHIA

Bongusto è stato anche un compositore di colonne sonore: ne ha scritte ventiquattro per film di successo come Il divorzio, Superfantozzi, Malizia, Il Tigre, Peccato veniale e Fracchia la belva umana, oltre ad aver scritto ed interpretato la sigla di chiusura “Quattro colpi per Petrosino” dello sceneggiato “Petrosino” (1978) di Daniele D’Anza con Adolfo Celi. Ma il suo cavallo di battaglia è stata la famosa canzone “Una Rotonda sul Mare” composta proprio a Sant’Angelo dove visse la maggior parte della sua vita. Quella fortunata canzone ispirò poi il suo amico Sandro Petti a prevedere nel mega-progetto commissionatogli da Enzo Mazzella per la trasformazione e la innovazione del litorale di Ischia Ponte, da Punta Molino fino al Castello una rotonda sul mare proprio come diceva la canzone.

L’ARCHITETTO SANDRO PETTI NELLA CASA DI FRED BONGUSTO A S.ANGELO

Una sorta di piazzetta circolare con successiva copertura mobile in acqua davanti alla vecchia spiaggetta dello stradone, oggi parte terminale di quello che doveva essere il lungomare aragonese,per concerti, balli e spettacoli vari. Eppure a Fred Bongusto non è mancano qualche episodio spiacevoe che ha turbato la sua vita familiare. Nel 1979 Bongusto fu vittima di uno spiacevole fatto di cronaca: in sua assenza, due terroristi armati, i cui nomi furono scoperti solo in seguito ovvero Cristiano Fioravanti e Alessandro Alibrandi, si introdussero nella sua abitazione di Roma spacciandosi per fattorini e, dopo avere legato, imbavagliato e malmenato la moglie Gabriella Palazzoli e la loro governante, portano via dalla casa denaro, gioielli e il disco d’oro di Bongusto, per un valore di diverse centinaia di milioni. L’artista è stato sposato tutta la vita con la soubrette Gabriella Palazzoli, crescendo come se fosse sua la figlia Blyth che lei ebbe da un precedente matrimonio. Altro grande amore del cantante è sempre stata la sua barca, Riva, con la quale costeggiava la sua amata Sant’Angelo d’Ischia. Memorabile rimane quel concerto dell’agosto del ’95 con Peppino Di Capri proprio nella sua Sant’Angelo

antoniolubrano1941@gmail.it

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x