CRONACA

Un anno d’Europa, Giosi ricorda la sua elezione

L’eurodeputato si confermava a Bruxelles esattamente il 26 maggio dello scorso anno: l’ex sindaco di Casamicciola e Ischia tra emozione e il Covid che ha stravolto (anche) la sua agenda

Un anno d’Europa è un traguardo da ricordare. Perché quando lo scorso 26 maggio l’ex sindaco di Casamicciola ed Ischia Giosi Ferrandino venne rieletto al Parlamento Europeo, si chiuse idealmente un cerchio. Il coinvolgimento nell’inchiesta CPL, l’assoluzione con la formula più ampia, l’ingresso a Strasburgo poco prima della fine del mandato e poi una nuova campagna elettorale sotto la bandiera del Pd che il 26 maggio 2019 lo insignì nuovamente del titolo di eurodeputato. Un’emozione difficile da dimenticare e che nella giornata di ieri Giosi ha voluto celebrare attraverso i suoi canali social.

“Ed eccoci, un anno dopo – scrive – quel giorno vi ringraziavo per l’enorme supporto che mi avevate attribuito, un attestato di stima che mi ha inorgoglito e commosso. Oggi provo a raccontarvi, per quanto sia possibile farlo in un post, cosa è successo in quest’anno.
Ho lottato, come vi avevo promesso. L’ho fatto sui miei temi, quelli che più sento vicini a me: turismo, trasporti, pesca. Diritti dei passeggeri, ambiente e cambiamenti climatici, nuovo Feamp ed Eurovignette, erano l’orizzonte fino a marzo”. Già, perché da quel momento in poi prospettive ed orizzonti sono cambiati per tutti e lo ripete e ricorda anche Ferrandino: “Poi il CoVid ha stravolto le nostre vite e, con le dovute differenze, la mia agenda. Da lì in poi è stata una lotta senza sosta per ottenere flessibilità europea, sostegni economici ai settori colpiti dalla crisi, priorità ai cittadini e alle imprese nell’accesso alle risorse, riconoscimento del turismo come settore di interesse strategico europeo e tanto altro ancora. Molti obiettivi li abbiamo raggiunti, alcuni li abbiamo sfiorati, altri, per fortuna pochi, li abbiamo falliti. Ci abbiamo provato, però, sempre. Abbiamo lottato insieme, io, i colleghi del partito democratico, voi, con le vostre proposte, le vostre proteste. E continueremo a farlo! Un abbraccio a tutti”.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close