Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Un nuovo inizio, posa della prima pietra per l’ampliamento del Rizzoli

Ieri mattina la simbolica cerimonia alla presenza del presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca, di Antonio D’Amore e di tutte le autorità: i tempi di ultimazione dell’opera fissati in sedici mesi, l’ospedale lacchese passerà a 112 posti letto. Ieri mattina “battesimo” anche per il drone da trasporto sanitario, poi la conferenza stampa al Regina Isabella

Una mattinata di festa, caratterizzata da tre step. Il secondo è stato decisamente il più significativo, con la posa della prima pietra legata all’ampiamento dell’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno. Alla presenza dell’ospite più atteso, il presidente della giunta regionale campana Vincenzo De Luca, con lui naturalmente anche il direttore generale della ASL Napoli 2 Nord, i sindaci isolani, le forze dell’ordine e tanti addetti ai lavori. In meno di due anni il nuovo nosocomio, che arriverà ad avere 112 posti letto, dovrebbe essere realtà e naturalmente la notizia non può che essere accolta con soddisfazione: certo, c’è voluto tempo tra l’annuncio dato un anno fa e la cerimonia di ieri, ma come si dice in gergo meglio tardi che mai. La mattinata era stata aperta da una cerimonia svoltasi presso l’elisuperficie “Giovanni Paolo II” di Casamicciola Terme con il primo volo in Italia del drone da trasporto sanitario, capace di percorrere 20 chilometri telecomandato da remoto. Un esperimento non riuscito nell’immediatezza per una serie di problematiche di natura tecnica, al punto tale che il sofisticato apparecchio ha spiccato il volo quando ormai tutti i convenuti – per rispettare tempi e scalette – si erano recati già nel terreno dove sorgerà il nuovo Rizzoli.

L’ultimo atto della mattinata è stato rappresentato dalla conferenza stampa che si è svolta presso l’albergo della Regina Isabella e che ha visto mattatore il governatore De Luca. Il quale ha detto tra l’altro: «C’è una bella sensazione quando si viene a Ischia, si avverte un clima di amicizia e serenità. Abbiamo fatto il nostro dovere, dimostrando alcune cose: la prima, su tutte, che manteniamo la parola che diamo. Adesso dobbiamo stare col fiato sul collo all’impresa. Ischia meritava un investimento del genere, e 112 posti letto sono un grande ospedale: ma l’isola specie nel periodo estivo vede crescere notevolmente la sua popolazione. Anche io ricordo le ore successive al terremoto, arrivammo dalla Liguria a Caserta in sei ore. Abbiamo vissuto momenti difficili, ma all’epoca abbiamo retto bene così come successo nel periodo del covid. Siamo un paese in cui quando le cose vanno bene diventa tutto normale, si parla solo delle scemenze. Al Cardarelli sei ore di attesa e scoppia l’inferno, a Roma magari attendono cinque giorni e poi si rivolgono alla sanità privata e nessuno ne parla. Devo ringraziare anche i sindaci isolani dai quali abbiamo ricevuto grande collaborazione». Poi un passaggio legato all’incubo pandemia, argomento che vede sempre De Luca particolarmente sensibile: «Per quanto riguarda il covid vi chiedo di essere estremamente prudenti: immagino che entro fine luglio raggiungeremo la soglia dei contagi ma sono nel frattempo preoccupato da coloro che torneranno in Italia e Campania dalle ferie. Probabilmente emetterò un’ordinanza chiedendo di fare i controlli del caso su coloro che arrivano dall’estero. Ci aspettano due mesi, settembre e ottobre, decisamente pesanti».

Prima di De Luca ad aprire la conferenza era stato Antonio D’Amore, che tra l’altro a breve lascerà l’Asl Napoli 2 Nord per insediarsi all’Azienda Cardarelli: «Ringrazio davvero tutti, anche stampa e cittadini: alle volte anche le critiche ci hanno dato lo sprone e mi hanno fatto capire il disagio che vive questa comunità. Ricordo la notte del terremoto, quella sera la sanità ischitana ha dato una dimostrazione di grande professionalità. L’esperienza all’ASL Napoli 2 Nord in sei anni è stata davvero gratificante, spero di aver fatto tanto per questa terra». Un commiato in piena regola, adesso però è l’ora di un nuovo inizio.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex