Statistiche
ARCHIVIO 2ARCHIVIO 5LE OPINIONIPRIMO PIANO

Un solo organismo per difendere la giustizia insulare

DI FRANCESCO CELLAMMARE

Sono sincero, non ci penso certo da ieri mattina. Anzi, l’idea di costituire l’Unione Nazionale Avvocati Isole Minori Italiane è un mio pallino tutt’altro che recente. Mi è rimasta bene impressa particolarmente dopo il convegno che organizzai e svolgemmo presso l’Hotel Delfini di Cartaromana alla presenza tra gli altri dell’on. Cantalamessa, dei nostri rappresentanti politici e sindaci delle isole, dei presidenti dei Tribunali di riferimento e dell’ANCIM. Adesso che è in discussione in Commissione alla Camera il disegno di legge quadro sulle isole minori avanzato dall’ANCIM che non contiene la proposta di emendamento per la riapertura e la stabilizzazione delle sezioni distaccate insulari ed il riconoscimento dei presidi di giustizia insulari quali sedi disagiate (che inviai al ministro Bonafede e consegnai al segretario generale USAI ed a settembre anche al premier Giuseppe Conte in occasione della sua visita alle zone colpite dal sisma), non essendo riuscito a farmi eleggere quale primo rappresentante isolano in seno al COA, nonostante l’immane sforzo profuso in maniera compatta e convinta dagli avvocati dell’arcipelago campano, credo sia giunto il momento di fondare un nostro organismo nazionale. Quanto mai utile, in questa fase, per confrontarci direttamente con Governo, Parlamento, CNF e CSM, sui temi che ci riguardano da vicino.

La finalità? E’ fin troppo scontata, quella di giungere al più presto alla risoluzione dei nostri comuni problemi di denegata giustizia sulle isole o per mancanza di presidi o per inefficienza e assoluta paralisi degli stessi dovuta alla mancanza di magistrati e personale amministrativo. Se gli altri presidenti delle associazioni forensi insulari saranno d’accordo, come mi pare di aver chiaramente inteso e percepito, ci incontreremo entro il corrente anno, e magari nuovamente a Ischia nel periodo estivo o a Roma o ancora su una delle altre isole e stileremo l’atto costitutivo e lo statuto da far poi ratificare alle assemblee degli iscritti delle singole associazioni. Io ci credo, oggi più che mai vado avanti nella mia battaglia a difesa e tutela a oltranza della giustizia insulare.

* PRESIDENTE ASSOFORENSE ISOLA D’ISCHIA

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x