CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

Una balena di cartapesta per dire stop alla plastica killer

Per la Giornata del Mare gli studenti del “V. Mennella” hanno realizzato una manufatto-denuncia contro l’inquinamento

Sono scesi in strada nella Giornata del Mare per dire basta alla plastica. Lo hanno fatto percorrendo Corso Angelo Rizzoli a Lacco Ameno in compagnia di un cetaceo di cartapesta pieno di rifiuti in plastica. Simbolo dell’uso massiccio di prodotti usa e getta che stanno distruggendo un elemento fondamentale per la vita dell’uomo sulla Terra. “La balena chiede aiuto: il nostro mare non è una discarica”. Le due classi quinte della scuola primaria “Vincenzo Mennella”, coordinate dalle maestre Sofia Calise e Maria Giovanna Monti e affiancate dai genitori di 42 giovani studenti, hanno realizzato un manufatto-denuncia sullo stato di inquinamento dei nostri mari. Il mammifero marino, simbolo di forza e saggezza, ma anche della memoria di tutta la storia umana e del pianeta, ha sfilato per le strade di Lacco Ameno insieme ai ragazzi, alla preside dell’Istituto comprensivo Mennella Prof.ssa Assunta Barbieri e al comandante del Circomare Ischia, Andrea Meloni, ideatore della Giornata ischitana tutta dedicata al mare.

L’idea del manufatto, esposto per tutta la giornata di giovedì fuori all’ingresso principale del plesso Principe di Piemonte sul corso Angelo Rizzoli, arriva da un recente caso di cronaca che ha destato scalpore nell’opinione pubblica internazionale: una balena trovata morta con ben 40 kg di plastica nello stomaco al largo delle Filippine. Dall’autopsia i ricercatori hanno contato ben 16 buste utilizzate per contenere il riso e numerosi sacchetti della spesa, materiale che ha inevitabilmente compromesso la salute dell’animale. Il cetaceo aveva lo stomaco talmente pieno di plastica da non essere più in grado di alimentarsi; i pescatori locali avevano persino tentato di riportare in mare l’animale, inutilmente: “Non era in grado di nuotare, troppo debole”, hanno detto.

«Viviamo su un’isola in mezzo al mare , elemento per noi fondamentale, vitale», ha commentato la preside Barbieri. «Con tutto quello che sta succedendo negli oceani e nei nostri mari abbiamo deciso di partecipare con questa installazione molto forte perché è una denuncia fatta direttamente dai ragazzini, sempre più sensibili alle questioni di ecosostenibilità e allo stato di salute dei nostri mari. Proprio una bambina mi ha sorpresa facendomi notare che, in fondo, è solo dagli anni ’30 che la plastica ha cominciato una sua diffusione di massa e in poco più di 70 anni siamo riusciti a mettere in serio pericolo gli oceani. Enormi isole di plastica che galleggiano, strage di cetacei e altri animali, microplastiche presenti in tutti i pesci che entrano nella catena alimentari. Ecco perché per noi è stato importante partecipare a questa giornata di sensibilizzazione, non solo con la realizzazione di questa balena-simbolo. Tutte le iniziative sono state interessanti, così come la collaborazione con la Lega Navale, Mare Vivo, la Pro Loco Lacco. Una festa corale di cui dobbiamo essere grati al Comandante Meloni, il quale è  riuscito a mettere insieme, con il suo entusiasmo, associazioni, scuole, istituzioni del territorio. Un lavoro in team del quale siamo orgogliosi di aver fatto parte.»

La comunità scolastica del “V. Mennella” ha infatti partecipato anche alle tante attività che tra Sant’Angelo e Ischia Porto sono state messe in campo per sensibilizzare le nuove generazioni alla conoscenza e al rispetto verso una risorsa di inestimabile valore ambientale, culturale ed economico. Le classi terze, accompagnate dalle maestre Sonia Petroni e Giustina Romano hanno effettuato una visita al cantiere navale sulla riva destra del porto di Ischia intervistato i pescatori locali. Gli alunni delle quarte, con le insegnati Giuseppina Buonocore e Assunta Della Volpe, sono stati coinvolti in attività di riciclo creativo, disegno dal vivo e proiezione di filmati in spazi appositamente adibiti per loro dalla cooperativa Ischia Barche e Marina di Sant’Anna sulla spiaggia, sul pontile e nella sala multimediale Aenaria. Infine un’ensemble di quattro elementi, composta dai professori di musica del corso a indirizzo musicale dell’Istituto comprensivo Vincenzo Mennella ha partecipato all’evento conclusivo della Giornata “Sul mare luccica…” presso la sede dell’IIS “Cristofaro Mennella” di Via Michele Mazzella a Ischia.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button