Statistiche
CRONACA

Una proposta di legge in occasione della giornata contro la violenza sulle donne

Si è svolta ieri, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, la presentazione on line della proposta di legge dell’on. Catia Polidori di Forza Italia. L’evento è stato moderato dal presidente dell’associazione della Stampa Campana “Giornalisti Flegrei”, avv. Claudio Ciotola. L’incontro, come detto, era incentrato sugli interventi concreti a favore dell’universo femminile violato, e in particolare sulla proposta di legge “Istituzione del soccorso di libertà per le donne vittime di violenza di genere” (atti persecutori, maltrattamenti e violenza sessuale) che come detto vede come firmataria l’on. Polidori. Nel corso del dibattito ci sono stati saluti di Domenico De Siano, Fulvio Martusciello, Mara Carfagna, Marzia Ferraioli, Antonio Pentangelo, Paolo Russo, Luigi Casciello, Cosimo Sibilia, Vincenzo Fasano, Carlo Sarro, Maria Antonia Fascina; Luigi Cesaro; Annarita Patriarca; Katia Iorio.
Sono poi seguiti gli interventi programmati dalla coordinatrice campana Ciccarelli, che ha coinvolto voci istituzionali e professionali di tutto rispetto. Le coordinatrici di Azzurro Donna: Mafalda Amente, per la Provincia di Napoli; Gianna della Corte, per la Provincia di Caserta; Giuliana Franciosa, per la Provincia di Avellino; Federica Selvaggio, per la Provincia di Benevento; Francesca Rizzo, per la Provincia di Salerno; il presidente dell’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Napoli, Vincenzo Santagada; la coordinatrice dell’associazione C.A.O.S., Giada Civitillo; Rosaria Morra, giornalista; Fabrizia Tedesco, avvocato penalista.
La giornata commemorativa, che si celebra ogni anno il 25 novembre, dal 1999, è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in ricordo dell’uccisione delle sorelle Mirabal trucidate nel 1960 a causa della loro militanza politica contro la dittatura nella Repubblica Dominicana.
Da allora, in tutte le Nazioni sono partite iniziative e progetti con il coinvolgimento dell’informazione, della politica, della cultura, della scuola e dell’arte per sensibilizzare l’opinione pubblica. Fondamentale il contributo delle associazioni e centri anti-violenza per tutelare e assistere le donne sole e in difficoltà e offrire loro la speranza di un sostegno nel presente e di un futuro degno.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button