Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Una scheggia impazzita tra alcol, droga e velocità

Il 32enne Pasquale Iacono denunciato per lesioni personali gravissime: ecco la dinamica ricostruita dalle forze dell’ordine dell’incidente che ha coinvolto 9 persone, 8 delle quali rimaste ferite (2 in modo grave, sono tuttora in prognosi riservata). E’ risultato positivo all’alcoltest e ai cannabinoidi, ecco perché non è scattato l’arresto

Il giorno dopo è quello delle ipotesi, degli interrogativi, delle ricostruzioni. E anche di velate accuse che come al solito corrono sui social e che in verità troverebbero conferma anche da fonti investigative, anche se le forze dell’ordine come al solito tengono le bocche cucite. L’incidente alla Starza non ha fatto vittime ma è stato di una violenza devastante. Inaudita, addirittura impossibile nei suoi sviluppi se pensiamo alla velocità con cui si percorre quel tratto di strada in località Piedimonte. Ed è questo il primo punto sul quale vogliamo soffermarci: dovranno essere gli investigatori e chi di competenza ad affermarlo, ma sicuramente la Toyota Gt86 guidata dal 32enne ischitano non viaggiava a velocità da crociera, anzi a ritmo decisamente sostenuto. E la terminologia utilizzata è forse fin troppo tenera visto quello che è poi successo.

I carabinieri della Compagnia di Ischia, effettuati tutti i rilievi del caso, hanno riannodato i fili della dinamica di un sinistro pazzesco. Nulla trapela ma le cose dovrebbero essere andate pressappoco come vi spieghiamo: Il conducente della vettura, proveniente da Ischia e diretto a Barano, all’altezza della curva che prevede l’ingresso sul rettilineo che si trova nei pressi della gioielleria Dafne, decide di sorpassare un motorino. Quando la visuale torna, davanti a lui si para un’altra macchina. Lo scontro appare evidentemente inevitabile e forse per questo istintivamente Pasquale Iacono cerca di rientrare nella sua corsia. Una mossa che però gli fa perdere il controllo della Toyota che a quel punto diventa una scheggia impazzita e comincia a muoversi a zig-zag. E’ questione davvero di pochi attimi, vengono centrati in pieno due veicoli e uno scooter Piaggio Beverly, mezzi tutti diretti in direzione Ischia. Le conseguenze, in particolare per la coppia di coniugi che si trovavano a bordo del mezzo a due ruote, saranno davvero drammatiche: entrambi sono tuttora ricoverati all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, lui con fratture multiple e lei con una emorragia cerebrale e dunque in prognosi riservata. Il bilancio finale è di nove persone coinvolte nell’incidente, uno soltanto illeso ed otto feriti, sei di questi con una prognosi compresa tra i sette e i dieci giorni.

Ieri mattina i carabinieri della Stazione di Barano, guidati dal maresciallo Gennaro Bonavoglia, hanno denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziario il 32enne con l’accusa di lesioni personali gravissime. Pasquale Iacono è risultato positivo all’alcoltest con un indice pari a 0.98 ed è per questo motivo che nei suoi confronti non è scattato l’arresto, previsto quando il tasso supera 1.5. L’indagato ha nominato come suo difensore di fiducia l’avvocato Antonio De Girolamo, poi nel pomeriggio è arrivata un’altra notizia che certo non fa altro che rendere ancora più pesante la posizione dello Iacono, risultato positivo anche ai cannabinoidi. L’ultimo anello cui si accompagna anche l’ultima indiscrezione, che vorrebbe l’uomo già noto alle forze dell’ordine per una condotta al volante non proprio delle più prudenti ed eccelse. Insomma, un quadro tutt’altro che roseo che ha portato in molti a pensare che prima o poi si sarebbe materializzato uno scenario come quello che ha scosso l’intera isola mercoledì sera.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x