Statistiche
ARCHIVIO 4

Una voce per Pithecusae, lo spettacolo della XV edizione sullo specchio d’acqua all’ombra del Fungo

di Isabella Puca

foto Franco Trani

Lacco Ameno – Sono state due serate di musica e spettacolo quelle svoltesi sabato e domenica scorso nello specchio d’acqua antistante il fungo, il simbolo di Lacco Ameno. Un palco galleggiante ha accolto 16 cantanti e numerosi ospiti che si sono sfidati a suon di musica per aggiudicarsi un posto sul podio di questa XV edizione della kermesse canora nazionale “Una voce per Pithecusae”. Il concorso, nato per ricordare Mia Martini, una delle più grandi interpreti di tutti i tempi, ha visto la direzione artistica di Michele Schiano, sul palco in veste di presentatore insieme ad Anna Castagna che ha accolto tanti giovani talenti che hanno potuto così esibirsi dinanzi a una giuria di esperti composta da Marcelo Balestra, Nunzia Napolitano, Salvatore Ferraiuolo, Mino Ferrandino, Luca Naspi e Fernando Fratarcangeli. Ad aggiudicarsi il primo posto e una borsa di studio per una scuola di canto per la prima serata, quella di sabato, dedicata alle cover, è stato il giovane Silvestro Genovese che, da Pozzuoli, ha convinto pubblico e giuria conquistando anche il primo posto nella serata di domenica dedicata ai brani inediti con premio finale dalla somma di 500 euro. Al secondo posto si è classificato Capotasto, cantautore barlettano, anche per lui una borsa di studio per una scuola di canto e al terzo posto sul podio Pierluigi Alberti, per lui un’ospitata presso Radio Punto zero. Il premio della critica è andato all’ischitano Ivan Scotto Pagliara per la bellezza del testo della sua canzone, il premio per il miglior arrangiamento se lo ha aggiudicato Luce mentre, quello per il miglior inedito, è andato a Padre Massimo Poppiti. Tanti gli ospiti delle due serate, tra questi Luca Nasti, cantante partenopeo che si è esibito con un brano tratto dal suo nuovo disco e Luigi Fiorentino con i suoi giochi di fuoco e di sfere che hanno davvero incantato tutto il pubblico. Non è mancato lo spazio dedicato alla moda con una sfilata in spiaggia di Nerone moda e lo spettacolo delle ballerine della scuola di danza di Daniela Pugliatti. A esibirsi anche Peppe Ferrandino e Keniatta Bird che con la sua verve travolgente è stata anche presidente di giuria. «É stata una bella emozione, – ha commentato Michele Schiano all’indomani della kermesse musicale –  sia per il pubblico che per i concorrenti. Fare uno spettacolo, per la prima volta, su di un palco galleggiante è stata un’ emozione indescrivibile. Abbiamo avuto molti complimenti anche dalle autorità degli altri comuni e magari l’iniziativa potrà riproporsi in futuro anche cambiando tipologia di evento». Tra i presenti anche Marcello Balestra, Direttore Artistico della Warner Music Italy, che è ora in trattativa con alcuni dei cantanti per produrli; l’idea è infatti quella di creare una compilation con alcune delle loro voci. Su di un piccola imbarcazione Michele Schiano ha raggiunto il palcoscenico sul quale erano state montate delle colonne greche e una gigantesca coppa di Nestore; il suo viaggio è stato accompagnato dalla sigla “Ischia dolce magia” scritta e interpretata dallo stesso Michele; un brano ricco di sentimento e di amore per la sua terra. «Uno dei momenti più belli è stato l’omaggio mio e dei ragazzi a Mia Martini, Dalla e Mango, grandi voci del panorama musicale italiano purtroppo scomparse; è stata una grande soddisfazione per me vedere i ragazzi uniti come una famiglia». Insieme, in riva al mare, hanno cantato un medley con “Caruso”, “Cu’ mme” e “La Rondine” strappando applausi a scena aperta. «Vorrei ringraziare la Pro Loco Lacco Ameno che è stata davvero presente per l’iniziativa, i negozianti e i commercianti per il grande aiuto, ma anche l’intera isola che mi ha sovvenzionato e il sindaco che si è messo a disposizione insieme agli altri comuni dell’isola che  ci hanno dato il loro patrocinio morale. L’anno prossimo mi piacerebbe ripetere l’esperienza sul mare e visto che il palco è galleggiante, magari,  rendere lo spettacolo itinerante. È un grande progetto che potrà essere messo in atto solo con l’aiuto degli altri comuni».

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x