Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Un’interessante esposizione artistica come segnale di ripartenza

La mostra “Isola Free - sinergie di rinascita” vede esporre presso il Salotto DADAista Art Gallery il pittore Gianni Mattera, in arte Adelante, e l’artista nonché gallerista Gino De Vita

Le mostre e gli eventi artistici nell’ultimo anno sono stati veramente pochissimi. E non poteva essere altrimenti vista la pandemia che ha annullato le occasioni per stare insieme. Da poco, però, l’isola d’Ischia è stata dichiarata “covid free” è sulla scia di questo avvenimento è nata appunto l’idea della mostra “Isola Free – sinergie di rinascita” che vede protagonisti il pittore Gianni Mattera, in arte Adelante, e Gino De Vita, scultore, artista dadaista e gallerista. I due durante il vernissage, tenutosi presso il Salotto DADAista Art Gallery in via Giovanni da Procida a Ischia Ponte, hanno presentato al pubblico alcune delle loro opere. Pittura e scultura si mescolano in uno spazio espositivo molto particolare e caratteristico del borgo ischitano dove arte, storia, cultura e tradizione sono di casa. Siamo andati al vernissage della mostra e abbiamo sentito Gianni Mattera, in arte Adelante che si è detto entusiasta dell’iniziativa e contento per il rinnovato spirito di condivisione:

Come è nata l’idea di realizzare questa mostra?

«Prima di parlare delle motivazioni alla base dell’esposizione, ci tengo a ringraziare Gino De Vita che espone insieme a me in questa occasione e che è il patron della galleria in cui ci troviamo, ovvero il Salotto DADAista Art Gallery diventato in breve tempo un punto d’incontro per gli artisti. La mostra vuole essere un momento di rinascita, ma soprattutto un momento da vivere con consapevolezza perché nell’ultimo anno tutti noi abbiamo passato momenti terribili ed essere qui a condividere questi istanti di svago con amici e conoscenti è davvero straordinario. Attraverso l’arte vogliamo dare un messaggio tangibile di risveglio e di ripartenza con lo scopo di coinvolgere il più alto numero di persone».

Che opere porti per l’occasione?

«Per l’occasione ho portato opere molto diverse tra loro dal momento che fanno parte delle diverse fasi che, almeno fin qui, hanno caratterizzato il mio percorso artistico. Ci sono opere del periodo astratto, altre che si ricollegano al figurativo, altre ancora vanno a ripercorrere i miei inizi ricollegati chiaramente all’Action Painting e alla Scuola di New York con cui ho dato avvio alla mia carriera. Con due ritratti legati al mondo affascinante della Pop-Art ho voluto fare un omaggio a Diego Armando Maradona e a Franco Battiato, grandi personaggi della nostra società che purtroppo ci hanno lasciato in questo anno terribile».

Ads

Come è stato il tuo lockdown e a questo punto quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Ads

«Chiaramente è stato un periodo difficile e devo dire che la mia ancora di salvezza è stata la creatività che mi ha permesso di realizzare tante opere nonostante la situazione fosse davvero complessa. Una mia opera che ‘fotografa’ il periodo del lockdown può essere quella in cui ho dipinto una porta dorata che si staglia su un reticolo in bianco e nero e che dà il senso della prigionia. Ecco, a quella porticina io voglio dare il senso della speranza e della voglia di vivere. Per quanto riguarda il futuro posso dire che farò parte di un bellissimo progetto nel napoletano, ma per parlare di questo passo importante nella mia carriera c’è ancora tempo e quando sarà tutto pronto sarò ben lieto di comunicarlo».

Abbiamo poi intervistato anche l’altro protagonista che espone i propri lavori in questa mostra, ovvero Gino De Vita, artista e patron del Salotto DADAista Art Gallery:

Quali sono le opere che esponi e perché solo sculture?

«La scelta di ospitare solo opere tridimensionali o ‘ready-made’ è stata mia perché non volevo collidere con i lavori pittorici di Adelante. Mi definisco un’artista dadaista e da sempre mi occupo di pittura e scultura su più livelli. Utilizzo materiali di riciclo che, a mio modo di vedere, sono fondamentali, ma quello che più mi caratterizza sicuramente è il messaggio che voglio dare con i miei lavori. Sono messaggi di denuncia sociale e voglio porre temi importanti all’attenzione del pubblico perché l’arte ha una sua funzione civile. Credo poi che negli oggetti informi o meno sia già contenuta l’opera stessa insieme al suo messaggio. A me sta il compito di tirare fuori dalla materia tutto questo. È un lavoro di ricerca e di scavo perché nella mia mente è già chiaro il concetto di quello che voglio. Ciò che mi tocca fare è tradurre questo pensiero, questa visione in un lavoro tangibile. Come ho detto, mi piace definirmi un’artista dadaista perché per tanti anni sono stato ossessionato benevolmente dal Dadaismo che per sua natura è una corrente che tende a decontestualizzare determinati oggetti per dare loro un nuovo significato, snaturando la loro funzione principale».

Cosa ti ha spinto a credere nelle potenzialità di questa galleria d’arte e quali sono i tuoi obiettivi?

«Io vivo a Napoli, ma conosco Ischia e fin dall’inizio ho creduto fortemente che questo borgo e questa strada avessero una naturale vocazione all’arte. Questa è stata la mia intuizione e con l’energia che mi contraddistingue, ma anche con l’aiuto di tanti amici si sta creando un clima di entusiasmo generale. Il mio scopo è quello di creare una comunità di artisti isolani di ogni fascia d’età che possa dare vita a un ambiente stimolante e ricco di scambi culturali. Adoro Ischia Ponte e mi pacerebbe se diventasse un punto d’incontro per tanti artisti della Campania, del Sud Italia attraverso quelle sinergie che sono alla base del progetto Salotto DADAista».

Quali sono gli orari per visitare la mostra e quali, invece, sono i prossimi appuntamenti?

«Per adesso siamo aperti solo nei week-end, ma a partire dalla terza settimana di giugno la mostra sarà visitabile tutti i giorni. Fino al 24 giugno ci saremo io e Gianni Mattera a esporre le nostre opere in questa mostra che possiamo definire della ripartenza, mentre poi avremo l’onore di ospitare il grande maestro De Angelis».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x