CULTURA & SOCIETA'GALLERIA

Universiadi, per un gruppo di giornalisti full immersion nelle bellezze dell’isola

L’appuntamento si è svolto mercoledì: dopo l’arrivo e i saluti dei sindaci, diversi operatori dell’informazione provenienti da ogni parte del mondo sono stati condotti in un tour che non ha mancato di sorprenderli positivamente

Aver beccato l’unica giornata dell’ultimo mese dove il vento aveva reso le condizioni meteo marine non certo delle migliori non ha giovato alla partecipazione che non è stata massiccia come si attendeva nelle previsioni. Ma l’appuntamento è comunque servito a promuovere l’isola e il suo territorio, un evento legato alle Universiadi tuttora in corso di svolgimento a Napoli. Mercoledì mattina una trentina di giornalisti di varia nazionalità (soltanto in tre gli italiani) sono sbarcati nel borgo antico di Ischia Ponte per il tour che prevedeva la visita da mare o da terra dei sei Comuni dell’isola verde.

E così gli ospiti di Ischia hanno avuto modo di godersi un viaggio dentro alle nostre straordinarie bellezze tra Ischia, Casamicciola, Lacco Ameno, Forio, Barano e Serrara Fontana. All’arrivo ad attendere gli operatori dell’informazione c’erano i sindaci o loro delegati che si sono esibiti in un discorso di saluto. Poi, dopo una visita del borgo di Ischia Ponte si è tornati a bordo della motonave per godersi lo spettacolo dal mare di insenature e luoghi spettacolari quali San Pancrazio, La Scarrupata e la spiaggia dei Maronti con il territorio di Barano a fare da magnifica cornice. Alle 11 c’è stato poi l’arrivo nel borgo marinaro di Sant’Angelo, che i giornalisti hanno visitato degustando tra l’altro dolci locali offerti dai bar pasticceria del luogo. Una volta di nuovo a bordo la motonave ha proseguito per Forio, costeggiando la meravigliosa Baia di Sorgeto, sede di un vero e proprio parco termale all’aperto. Poi rotta verso Citara e uno dei fiori all’occhiello della nostra isola, ossia i Giardini Poseidon prima di una visita alla Chiesa del Soccorso, una delle cartoline dell’isola nel mondo. Una volta giunti sul porto di Forio, non poteva mancare la visita ai Giardini La Mortella, parco botanico creato dal musicista William Walton che ha voluto anche una Fondazione dedicata alla Musica all’interno del parco. Poi c’è stata la sosta al Museo Archeologico di Villa Arbusto con il pranzo, la visita al predetto Museo e ovviamente una accurata spiegazione legata all’importanza della Coppa di Nestore con la nota iscrizione in greco antico, unica e primo ritrovamento al mondo: “Di Nestore …. la coppa buona a bersi. Ma chi beva da questa coppa, subito quello sarà preso dal desiderio d’amore per Afrodite dalla bella corona”.

Nel pomeriggio il tour è proseguito con la visita di Casamicciola che è iniziata con la tappa all’Hotel Terme Manzi, costruito come stabilimento termale nel 1863. Il comune di Casamicciola Terme, e qui c’è stato modo di apprezzare le acque termali ma anche il bellessere con una serie di dimostrazioni davvero apprezzate dai presenti. Poi, intorno alle 18, il ritorno a Napoli. Con la speranza, naturalmente, che quanto visto e apprezzato possa essere oggetto di qualche resoconto giornalistico. Quella sì, che sarebbe una gran bella (e gradita) pubblicità.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close