ARCHIVIO 4

Tra uova e colombe, la Pasqua solidale della Catena Alimentare Casamicciola

di Isabella Puca

Ischia – C’era tutto lo spirito di Nunzia Mattera giovedì pomeriggio, nel vicoletto fiorito di via Enea, sede della Catena Alimentare Casamicciola. E’ stato lì che, come da tradizione, sono state consegnate le spese pasquali alle famiglie che hanno fatto richiesta d’aiuto all’Associazione nata ormai tre anni fa proprio per volere di Nunzia. Nonostante la sua dipartita, la Catena non si è fermata e continua a operare grazie all’aiuto di tanti che hanno appreso la lezione di Nunzia esempio di vera solidarietà. Cinquanta le spese e le colombe consegnate per un totale di 185 persone; tra questi molti bambini che hanno ricevuto l’uovo di Pasqua. Anche se quest’anno l’abito da coniglio pasquale è rimasto in quel cassetto, lì dove Nunzia lo aveva riposto, un pensiero è stato rivolto anche ai bambini di Suor Edda, la cioccolata con sorpresa è arrivata, infatti, anche per loro. Qualche giorno prima della consegna la sede della Catena Alimentare traboccava di derrate, tutti hanno risposto all’ultimo appello fatto da Nunzia e con gioia hanno contribuito, piccole gocce, a dar vita a un Oceano di solidarietà. «Abbiamo svolto un ottimo lavoro di squadra. Grazie a tutti i soci e collaboratori della Catena Alimentare,  agli alunni dell’Istituto Comprensivo E.Ibsen di Casamicciola Terme; anche se sparpagliati sul territorio isolano hanno fatto sentire la loro unità nei valori di condivisione e solidarietà. Grazie agli amici dell’Associazione ProPerrone,  ai “Terremotati del Convento” a Davide Conte per le uova e le colombe e a tutti quelli che hanno donato e continueranno a farlo». Così Francesco Di Noto Morgera che ha raccolto il testimone datogli da Nunzia insieme a Lucia, Imma, Maria e tutti gli altri che, con impegno, porteranno avanti la missione iniziata da Nunzia. Nei giorni successivi al suo funerale è stato suo figlio Cesare a condividere con quanti l’hanno amata i ringraziamenti scritti di suo pugno prima di andar via. “Ringrazio il dottor Matarese, il dottor Mabilia e tutto il centro oncologico per la professionalità, la premura, il calore e l’umanità dimostratomi. Ringrazio gli Angeli che hanno vissuto con me ogni momento, per tutte le coccole che mi hanno donato. Ringrazio i miei amici, virtuali e non, che mi hanno fatto sentire una vera regina, anche durante questo calvario che ho vissuto Continuate ad amarmi e guardate sempre chi vi sta vicino e se qualcuno ha bisogno, privatevi voi e donatelo agli altri”. E’ questo il compito della Catena Alimentare che deve continuare a operare per tutte quelle famiglie che non riescono ad arrivare alla fine del mese. In tanti stanno dando il loro contributo tesserandosi con una cifra davvero simbolica, pochi euro che però tutti insieme fanno un bel salvadanaio per acquistare i secondi alle famiglie, così come aveva da sempre insistito Nunzia. Non solo pasta e farina, ma anche carne, merendine per i bambini, zucchero e caffè. E si moltiplicano le iniziative come quella organizzata da Kalimera insieme con Fantasilandia e il neonato gruppo “Volontarie amiche di Nunzia Mattera”. Hanno organizzato infatti attività per bambini dai 4 ai 99 anni tra arte, danze popolari, manualità, pasticceria, giardino creativo itinerante, fanta/nido, fantamotricità, gioco/motricità e animazione. Il tutto – a breve sarà stilato un calendario completo – in cambio di un contributo per la Catena Alimentare. Anche questa Pasqua il vicoletto di Via Elena è stato un crocevia di storie di chi, con grande umiltà, si reca alla porta dell’Associazione a mani vuote e va via con una busta della spesa e il cuore pieno di speranza. Questa Pasqua però nel vicoletto c’era un irrealistico silenzio e la storia più forte raccontata tra le piante di quel vicoletto fiorito, dove è ancora stesa all’aria quella t -shirt bianca con su la scritta “I love Casamicciola”, è quella di una donna forte, dall’animo buono che, con i suoi grandi occhi chiari, i capelli e le mani sempre ben curate, riusciva a dare una parola di conforto e un abbraccio per tutti. Nunzia c’è.  Come tutti i grandi che passano dall’altra parte, continua a vivere in quello che con amore è riuscita a creare.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker