Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Vaccinazioni over 80, oggi si parte anche a Ischia

I primi 30 anziani riceveranno la somministrazione nella giornata odierna dalle ore 12 alle 18. Poi si lavorerà sette giorni su sette per vaccinare gli oltre 1.000 richiedenti

La luce in fondo al tunnel, questo lo hanno capito un po’ tutti, è ancora lontana. Ma non c’è dubbio che quella di oggi anche per la nostra isola sarà una giornata particolare e sotto certi aspetti simbolica, come lo fu il 27 dicembre quando all’ospedale Rizzoli si svolse quello che fu ribattezzato “V day”. Presso il presidio (ex clinica) San Giovan Giuseppe di Ischia, in via Mirabella, avranno infatti inizio le vaccinazioni per il covid agli over 80 che ne hanno fatto richiesta. Un momento pregno di significato che naturalmente ha richiesto anche una capillare organizzazione alla vigilia, proprio per mettere a punto la “macchina” in ogni suo dettaglio.

Il Comune di Ischia ha messo a disposizione un’area del parcheggio di via Mirabella che sarà riservato a chi dovrà sottoporsi al vaccino. Sarà necessario essere estremamente precisi nel rispetto degli orari di appuntamento indicato dall’ASL così da non creare affollamenti e disagi di alcun tipo

E’ stato stabilito che in questa prima fase saranno vaccinati trenta anziani al giorno e la fascia oraria nella quale si lavorerà è compresa tra le 12 e le 18 dal lunedì al venerdì: l’orario sarà più lungo il sabato e la domenica, dalle 9 alle 18, l’obiettivo è quello di vaccinare gli oltre 1.000 anziani che ne hanno diritto ed hanno avanzato richiesta. In una nota il Comune di Ischia sottolinea di aver messo a disposizione un’area del parcheggio di via Mirabella che sarà riservato a chi dovrà sottoporsi al vaccino.

Sarà necessario essere estremamente precisi nel rispetto degli orari di appuntamento indicato dall’ASL così da non creare affollamenti e disagi di alcun tipo. Soddisfatto di come è stata messa a punto la rete organizzativa il sindaco d’Ischia che nella serata di ieri ha dichiarato: “La giornata di domani (oggi per chi legge, ndr) rappresenta un nuovo inizio e saremo presenti come Amministrazione per testimoniare la nostra vicinanza alla dirigenza dell’ASL, agli operatori sanitari, ai volontari e soprattutto agli anziani che con grande determinazione hanno dato la loro disponibilità ad essere vaccinati”. La giornata odierna prevede anche un incontro con la stampa alla quale sarà presente non soltanto il primo cittadino ma anche la neo direttrice del distretto 36 (quello che comprende Ischia e Procida) della Asl Napoli 2 Nord, Maria Rossetti.

La giornata odierna prevede anche un incontro con la stampa alla quale sarà presente non soltanto il primo cittadino ma anche la neo direttrice del distretto 36 (quello che comprende Ischia e Procida) della Asl Napoli 2 Nord, Maria Rossetti

Ads

Saranno complessivamente ottocento gli anziani, rende noto la stessa ASL, che si vaccineranno oggi in quelli che sono i sedici centri allestiti in collaborazione con i Comuni. Antonio D’Amore, direttore generale dell’azienda sanitaria, spiega: “Si tratta di un primo esempio di ciò che vedremo nelle prossime settimane sul nostro territorio. Stiamo dialogando in modo proficuo con i Comuni – che ringrazio per la pronta disponibilità evidenziata – per far entrare la vaccinazione sui territori, utilizzando luoghi che appartengono alle Comunità. Quanto più riusciremo in questa operazione, tanto più assisteremo ad una massiccia adesione dei cittadini alla campagna e ad una disponibilità degli anziani ad uscire di casa per recarsi presso il punto vaccinale. Per accogliere al meglio i nostri anziani, a ciascuno sarà offerta una bottiglietta di acqua e delle caramelle”.

Ads

Complessivamente il territorio dell’ASL Napoli 2 Nord conta circa 44.000 anziani con più di 80 anni; al momento si sono prenotati sulla piattaforma della Regione Campania dedicata alla vaccinazione circa il 30% degli aventi diritto (13200). Questo fenomeno potrebbe essere determinato dalla scarsa diffusione delle tessere sanitarie di tipo TEAM – indispensabile per prenotarsi – tra la popolazione ultraottantenne del territorio dell’ASL; il 50% circa degli over80 residenti nei 32 Comuni del territorio non ha una tessera sanitaria del tipo TEAM. La consegna dei vaccini Pfizer presso i 16 centri vaccinali sarà effettuata da autofrigo del servizio farmaceutico aziendale, utilizzando speciali borse termiche capaci di garantire il mantenimento della catena del freddo.

Il piano dell’ASL Napoli 2 Nord prevede di calendarizzare per i primi giorni circa 800 vaccinazioni quotidiane per i pazienti ottantenni, mentre, una volta a regime, si prevede di vaccinare oltre 2500 persone al giorno. L’obiettivo dell’Azienda, compatibilmente con la puntualità delle consegne dei vaccini, è quello di completare la vaccinazione all’intera popolazione di ultraottantenni entro la metà di marzo

Il piano organizzativo dell’ASL Napoli 2 Nord prevede di calendarizzare per i primi giorni di attività circa 800 vaccinazioni al giorno per i pazienti ottantenni, mentre, una volta a regime, si prevede di vaccinare oltre 2500 persone al giorno nella fascia di età over80. L’obiettivo dell’Azienda, compatibilmente con la puntualità delle consegne dei vaccini, è quello di completare la vaccinazione all’intera popolazione di ultraottantenni entro la metà di marzo. Parallelamente a quanto sarà fatto per gli anziani continua la vaccinazione in favore dei sanitari e si sta procedendo con la programmazione della campagna diretta al personale scolastico e alle forze dell’ordine.  Sono già stati consegnati presso le farmacie dell’ASL Napoli 2 Nord nuove scorte di vaccini Pfizer – che serviranno per vaccinare gli anziani – mentre è previsto per i prossimi giorni l’arrivo dei primi flaconi Astrazeneca, destinati a personale non sanitario di età inferiore ai 55 anni.

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x