Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

«Vanno presi provvedimenti», il preside Calise sull’episodio della ragazzina “bulla”

Ischia – Mancanza di educazione, fragilità emotiva, bullismo. In tanti si sono interrogati circa l’episodio avvenuto qualche giorno fa e raccontato nell’edizione di ieri del nostro quotidiano che vede protagonista una ragazzina del Liceo Statale Ischia che avrebbe apostrofato gravemente due cittadine del nostro Comune ree di averla fatta attraversare sulle strisce pedonali utilizzate dalla giovane come una passerella.«Sembravano un branco di bestie, l’atteggiamento era proprio animalesco!». E’ stata questa la testimonianza di Laura che si è trovata protagonista del terribile episodio e che, rivolgendosi alla ragazza dicendole che avrebbe chiamato i Carabinieri  per la scenata in corso, ha visto volare verso di sé il portachiavi della ragazza che, non contenta, ha messo in moto, ha abbassato il finestrino,  e guardando lei e sua madre ha nuovamente urlato: “Siete due puttane!”». La cosa sembrava essere finita lì, con le ragazzine “vincenti” e l’episodio concluso, ma nella giornata di ieri abbiamo raggiunto il Dirigente dell’Istituto, il professore Gianpietro Calise che, lontano da Ischia per un viaggio d’istruzione legato a un’esperienza di alternanza scuola lavoro, ha appreso dell’accaduto soltanto dai quotidiani locali. Ovviamente la cosa lo ha lasciato con l’amaro in bocca, «cerchiamo di fare il massimo, tutti i giorni, promuovendo attività volte alla sana cittadinanza, alla legalità. L’episodio è avvenuto fuori scuola, ma prenderemo i nostri provvedimenti. La società non deve delegare sempre la scuola, ma il fatto è increscioso e va fatta una riflessione. Attendo la signora Laura a scuola, parlerò con le studentesse, ascolterò la loro versione e vedremo cosa fare per riparare questo grave episodio».

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button