CRONACA

Variante esterna, wc abbandonato a bordo strada

La denuncia dei Verdi Ischia: «Superstrada ostaggio degli incivili e dell’ailanto, pianta altamente infestante»

La testimonianza dei Verdi Ischia è di quelle che uniscono l’amara ironia alla denuncia sociale, e guardando la foto non c’è bisogno di spiegazioni: «A distanza di un mese – scrive la responsabile isolana dei Verdi Mariarosaria Urraro – a mo’ di trofeo spunta in bella mostra una tazza del gabinetto. Il trofeo del degrado e dell’inciviltà. Sicuramente le due tazze del wc abbandonate sono molto più pulite di quelle che possiamo trovare in certi bagni pubblici. Questa volta ci siamo spostati dalla centralissima via Alfredo De Luca alla Superstrada. Un tratto di strada pericoloso e congestionato dal traffico, che non viene messo in sicurezza con i guard rail salva motociclisti, autovelox fissi con tecnologia tutor e il ripristino dei semafori alla Piripissa. Strada ostaggio – continua la Urraro – della pianta puzzona, ossia l’ailanto, meglio conosciuto come Boncazzone.

Una pianta killer, infestante, che mette a rischio la biodiversità. Dove qualche caprone e ignorante isolano difende, asserendo che si tratta di una nostra fissazione. L’ailanto non solo mette a rischio la biodiversità ma compromette anche l’integrità strutturale delle infrastrutture in cemento armato. Esistono dei piani europei per l’eradicazione di questa pericolosa pianta infestante. Uno dei piani europei più importanti per l’eradicazione dell’ailanto, nelle Murge, ha visto impegnato anche i Carabinieri forestali. Mentre a Ischia personaggi senza titoli e competenze, pagati da noi contribuenti, ci additano, quasi come se fossimo dei pazzi. Tratto di strada veloce che vede ai margini delle carreggiate, la presenza di rifiuti plastici ed elettronici che fanno da concime a piccole piante di ailanto. È il caso di dire che il degrado richiama degrado. Da tempo segnaliamo il profondo degrado in cui versano le aree verdi e le strade isolane». Boschi e parcheggi che vengono utilizzati come delle discariche, dove la sezione isolana dei Verdi ha segnalato a più riprese ai Carabinieri la presenza del pericoloso amianto, rifiuti edili, olii esausti e vari altri generi di spazzatura.

Tags

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close