Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Verso le elezioni, si chiude la campagna elettorale di Forza Italia sull’isola

ISCHIA. Grande affluenza, mercoledì sera, per l’ultimo atto della campagna elettorale di Forza Italia sul territorio isolano. Molti simpatizzanti del Centro Destra sono accorsi al Bar Calise di Ischia per prendere parte alla presentazione del programma elettorale del partito guidato da Silvio Berlusconi. Giunti, infatti, sulla nostra isola, dopo aver fatto tappa nel primo pomeriggio nella vicina Procida, esponenti e candidati di FI in corsa alle elezioni che si terranno la prossima domenica: in particolar modo Severino Nappi, capolista nel collegio campano uninominale in cui sono comprese le isole di Ischia e Procida, Mara Carfagna, capolista alla Camera nei collegi plurinominali di Napoli e Provincia e Armando Cesaro, capogruppo regionale del partito. Grande assente Flora Beneduce, consigliere di FI alla Regione Campania e anch’essa candidata, che pure avrebbe dovuto partecipare all’evento e a cui è invece subentrato Vincenzo Santagada, presidente dell’ordine dei farmacisti di Napoli e candidato nel collegio plurinominale  Campania 1.01.

DE SIANO: «FORZA ITALIA BISTRATTATA, MA NON HA NULLA DI CUI VERGOGNARSI»

A fare gli onori di casa, l’isolano (e coordinatore regionale del partito) Domenico De Siano, candidato al senato nel collegio plurinominale e che ha aperto le danze dell’evento elettorale, focalizzandosi sulle mancate risultanze del governo guidato, in questi anni, dal Partito Democratico. «Il debito pubblico – ha esordito De Siano – è aumentato rispetto a quando c’era al Governo Berlusconi. L’occupazione è ormai ferma. Anche se in tanti ormai ci bistrattano, Forza Italia è un partito che non si vergogna e rivendica con fermezza le iniziative positive portate avanti negli anni passati. Berlusconi sta lavorando da mesi ad un programma per ridurre la pressione fiscale, aumentare l’occupazione giovanile e femminile e su quello che dovrà essere il rapporto del nostro paese con l’Europa. Con il centrosinistra, l’Italia è finita tra i fanalini di coda delle politiche europee, quando c’era FI al Governo questo non succedeva. Votare Forza Italia significa far ripartire il paese». L’ex senatore si è poi concentrato sulle varie iniziative intraprese negli anni passati dal governo Berlusconi in tema di ricostruzione e sisma, una tematica questa molto attuale per l’isola di Ischia colpita dal terremoto del 21 Agosto scorso. «Con il presidente Berlusconi – ha infatti ricordato De Siano ai presenti –  dopo il sisma dell’Aquila del 2009, si è creata l’architettura legislativa che ha consentito di risolvere il problema della ricostruzione e dell’emergenza. E i risultati positivi sono sotto gli occhi di tutti. Purtroppo con il governo del PD tale legislazione è stata smantellata, ma se noi salissimo al  Governo sapremmo già cosa fare per Casamicciola Terme. Si deve dare la possibilità di governare a chi ha le idee chiare per risolvere il problema del terremoto ed è molto meglio che questa attività si faccia con una persona dell’isola come me piuttosto che con un forestiero». Espressa da De Siano anche la necessità di affrontare con celerità e chiarezza la spinosa questione dei condoni edilizi, rimasta ad oggi irrisolta. Quanto al Tribunale di Ischia e alle vicende ad esso collegate, il senatore ha fermamente sostenuto che le politiche intraprese dal PD non sono state delle migliori per  garantire l’effettivo mantenimento a lungo termine degli uffici di giustizia sul territorio isolano.

LA DI SCALA BACCHETTA DIONIGI GAUDIOSO

All’evento, presente, ovviamente anche l’attuale consigliere di opposizione di Barano e della Regione Campania, l’avvocato Maria Grazia Di Scala, che ha ricordato quanto fatto da Mara Carfagna e dal partito di Forza Italia, in favore dei docenti ischitani, subito dopo il sisma del 21 Agosto scorso.  La Carfagna infatti si mobilitò per far sì che le insegnanti che dal 1 settembre avrebbero dovuto prendere servizio in scuole non isolane, potessero restare ad Ischia, vicino ai propri familiari, dati i già tanti disagi patiti a causa  del terremoto che aveva comportato, per molte di esse, la distruzione della propria abitazione. La Di Scala ha inoltre colto l’occasione per ricordare il proprio impegno e anche quello del partito per l’istituzione del Comune Unico dell’isola di Ischia. A tal proposito non sono mancati commenti da parte del Consigliere Regionale alle esternazione poco felici rilasciate recentemente dal sindaco di Barano Dionigi Gaudioso in un’intervista  realizzata dal nostro quotidiano e nella quale aveva detto senza mezzi termini che i sostenitori del Comune unico valessero zero. «Essere tacciati – ha commentato Maria Grazia Di Scala – di pochezza politica dal rampollo baranese, che ha stigmatizzato coloro che credono nel Comune Unico è davvero  offensivo e riduttivo. I tempi, rispetto a dieci anni fa quando ci fu il primo referendum, sono cambiati e adesso abbiamo una diversa consapevolezza.  Anche se non dovesse essere istituito il Comune Unico, va bene, ma è inutile continuare a cercare di tarpare le ali ad un referendum che rappresenta l’espressione della democrazia. Simili atteggiamenti potevano d’altronde venire soltanto da un soggetto quale il sindaco di Barano. Anche per questo saranno importanti i nostri rappresentanti istituzionali al Governo che potranno continuare a portare avanti questa causa del Comune Unico».

Ads

SANTAGADA: «NAPOLI MODELLO NAZIONALE DELLA SOLIDARIETA’»

Ads

Spazio, durante la conferenza, però anche alla questione sanità sia riguardante l’isola di Ischia che non. Vincenzo Santagada ha infatti raccontato delle iniziative messe in campo da lui stesso, con il supporto del Cardinale di Napoli Vincenzo Sepe per quanti in difficoltà economiche non hanno la possibilità né di sottoporsi a visite specialistiche né di acquistare dei farmaci. Una tra queste “Un farmaco per tutti”,  iniziativa volta a raccogliere farmaci  non scaduti  e donati dai cittadini alle farmacie aderenti al progetto in questione, le quali a loro volta provvedono a  distribuirli  alle persone indigenti su tutto il territorio  napoletano e non solo. Molti farmaci, infatti, sono stati poi distribuiti anche fuori dal territorio nazionale, come in Africa, grazie ad una catena di solidarietà partita proprio dall’ordine dei Farmacisti di Napoli in collaborazione con le numerose associazioni di volontariato attraverso l’iniziativa Farmaci Senza Frontiere. «Proprio Mara Carfagna- ha spiegato Santagada – lo scorso anno ha presentato una mozione alla Camera. Mozione approvata all’unanimità da tutti i partiti e con la quale il governo si è impegnato a  far sì che questo modello  partenopeo di raccolta e distribuzione farmaceutica  su base volontaristica,  come l’iniziativa un Farmaco per tutti, possa essere replicato celermente in tutta Italia. Stiamo, inoltre, per firmare un protocollo di intesa per donare i farmaci gratuiti anche ai detenuti. Non perché questi ultimi li paghino ma perchè è il servizio sanitario nazionale che fornisce loro i farmaci. Con il progetto un farmaco per tutti, applicato anche ai detenuti, avremo un risparmio economico non indifferente e le risorse  risparmiate si potranno dunque utilizzare per altre iniziative». «I servizi sanitari solidali – ha concluso il presidente dell’ordine dei Farmacisti di Napoli – devono però essere affiancati da un servizio nazionale efficiente e questo sarà sicuramente uno degli obiettivi di Forza Italia».

ORGOGLIO CARFAGNA: «FORZA ITALIA GARANZIA DEL CENTRO DESTRA»

Ed è stata  poi proprio Mara Carfagna a prendere parola per illustrare, per sommi capi, gli obiettivi del programma di Forza Italia. «Perché votare Forza Italia – ha incalzato l’onorevole – mi è stato chiesto. Perchè è l’unico partito di Centro destra con un programma ben definito e che ha una  lunga esperienza alle spalle. Soltanto chi ha un  passato come Forza Italia può pensare anche al futuro dell’Italia. Le nostre priorità saranno lavoro per i giovani,  la riduzione delle tasse, una  maggiore sicurezza per i cittadini e una maggiore attenzione al Sud Italia.  Purtroppo non siamo riusciti a fare in questi anni quanto avremmo voluto portare avanti, ma ad esempio oggi è solo grazie a Forza Italia se è stato ristabilito il fondo  per il trasporto degli alunni disabili e se  è stato introdotto il reato di stalking,  depotenziato poi però poi dal governo di sinistra».

SEVERINO NAPPI: «ONORATO DI RAPPRESENTARE L’ISOLA»

A prendere la parola, infine, anche Severino Nappi, che ha espresso la propria felicità nel poter rappresentare Ischia nel collegio uninominale campano. «Per me – ha dichiarato infatti Nappi – è un onore essere candidato nel Collegio che riguarda Ischia, un’ isola a cui sono molto legato e dove io e la mia famiglia abbiamo trascorso i migliori momenti della nostra vita. L’alta affluenza di cittadini a questo evento, dimostra ancora una volta la piena vitalità di Forza Italia sul territorio isolano, un territorio che merita le dovute attenzioni da parte di chi andrà a governare. Dopo il terremoto del 21 agosto, tanti esponenti politici hanno espresso la loro opinione ma poi sono tutti spariti. Noi ,invece abbiamo provato a fare qualcosa di concreto per quest’ isola. Berlusconi è stato anche l’unico leader che si è preso la responsabilità di visitare Ischia per ascoltare le vertenze dei cittadini.  Il Governo Pd ha fallito. Nulla ha funzionato delle ricette  da questo messe in campo. Di questi esponenti politici che oggi cavalcano l’onda del malcontento, avete forse visto qualcuno venire qui ad Ischia per parlare con i cittadini?».« Noi – ha concluso Nappi- non promettiamo miracoli ma azioni importanti, che siano volte  a restituire dignità alla Campania, ma soprattutto all’isola di Ischia offesa dalla superficialità di tanti che in questi mesi non hanno fatto nulla di concreto per sostenere i cittadini colpiti dal terremoto».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x