Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

“Vi racconto la mia vita con un seno nuovo”

di Valentina Felici

 

Se parliamo di tendenze, quest’anno, si accantonano gli abiti, spacchi, pizzi e vite alte, mettendo in rilievo le forme fisiche, quelle tanto adorate dalle ragazze moderne. La colpa senz’altro è dei mass media che trascinano le idee giovanili in modo da renderle realizzabili facilmente.

Un intervento al seno può cambiare la vita. Così pensano le ragazze dell’isola. “Regalarsi un seno nuovo può regalare sicurezza eterna”. Dai due a seimila euro e si riscopre un nuovo senso della vita, dichiarano alcune ragazze dell’isola che hanno sperimentato la mastoplastica. Seni lievitati in poco tempo e il gioco è fatto. L’unica differenza del passato e’ la richiesta di seni naturali e non bombastici. Di pari passo con le nuove tendenze estetiche cambiano le tecniche per accontentare le donne che vogliono un seno armonioso e tonico. Ad Ischia l’incidenza di seni rifatti e’ salita notevolmente e tuttora è in costante aumento. Si dice in giro che un seno tondo, ben sostenuto e soprattutto proporzionato con il corpo suggerisce un’attraente armonia delle forme che anche una donna può notare guardandone un’altra… cosa pensano le donne e’ poi strettamente influenzato dalle scelte maschili e un seno bello diventa quasi simbolo di potere.

Ora non basta essere bellissime e intelligenti, la sistematina dal chirurgo è richiesta all’ennesima potenza, sembra incredibile ma ad Ischia succede anche questo. Accade sia alle donne oltre i 35 che alle adolescenti che passano in maniera repentina dall’interrogazione di matematica alla visita dal chirurgo. Molti adulti si chiedono il motivo di questo passaggio di crescita eccessivo e diseducativo e drammaticamente si può giustificare questo fatto con l’intensificazione dei modelli estetici che stanno corrompendo le sicurezze giovanili. Le ragazze si fanno influenzare dai prototipi mediatici ed il risultato della bellezza totale sovrasta in un certo senso l’aspetto “intellettuale” mettendo in risalto appunto solo la fisicità perfetta. I cattivi modelli fanno pensare che il bello equivale al perfetto.

Ads

Sembra che ormai l’unico motto dell’estate 2016 sia quello di avere un seno generoso e procace. Diventa quasi un mercato concorrenziale e si rincorre la bellezza estetica quasi da far paura. In passato si cercava di migliorare il proprio fisico adottando abiti, accessori e lingerie modellata a seconda delle forme ora invece non ci si accontenta più dei “tessuti”, ma ci si informa per un eventuale trasformazione fisica concreta. Non c’è più il senso dell’unicità, non si assecondano più le caratteristiche fisiche delle persone ma si cerca di riprodurre quelle di qualcun altro a causa delle esigenze di moda del mondo a volte risultando anche innaturali.

Ads

Il décolleté è una parte del corpo che sembra forse più facile da emulare anche se non è così infatti ognuno ha delle caratteristiche fisiche che devono essere rispettate e considerate senza strafare.

 

Sara Iovine ci racconta senza pudore la scelta del seno rifatto.

 

 

Sara ci racconti il motivo di questa scelta?

 

Ho venticinque anni appena compiuti, il mio sogno è sempre stato quello di avere un seno prosperoso, non ero soddisfatta pienamente del mio corpo, qui ad Ischia ci sono bellissime ragazze che a volte mi hanno fatto perdere l’autostima, mi sono sempre sentita inferiore e così ho fatto questa scelta che parzialmente ha risolto un mio grande complesso. Sono stata sempre convinta  che un seno nuovo avrebbe anche aumentato gli sguardi maschili. Così è stato.

 

Secondo te si può essere sexy con una seconda misura?

 

Io penso che si può essere sexy anche con un seno piccolo ma il concetto è questo: l’insicurezza parte da dentro, la mia testa mi ha sempre indirizzato verso un’altra forma, un’altra idea fisica. Ho molte amiche sicure di sè anche senza rotondità e a volte penso di essere arretrata rispetto a loro che evidentemente guardano oltre non si fermano all’apparenza, mentre io ho spesso il desiderio di raggiungere la perfezione credendo che sia quella a rendermi felice. Prima dell’intervento al seno ho avuto un lungo dialogo con il chirurgo il quale ha capito perfettamente la mia insicurezza pur essendo una ragazza gradevole, ma non mi sono fermata anzi ho cercato di raggiungere l’obbiettivo il prima possibile.

 

Il tuo approccio alla vita si è modificato adesso?

 

Dando maggiore volume al mio décolleté l’approccio a ciò che mi è intorno si è modificato, come se ci fosse una rinascita un nuovo modo di essere, mi sono sentita più donna e ho avuto subito la necessità di mostrarlo acquistando abiti diversi da quelli che ho sempre indossato dando spazio a scollature e morbidezze.

 

Meglio una donna formosa o intelligente?

 

Quando si parla di caratteristiche che una donna dovrebbe avere per conquistare un certo interesse generale si arriva sempre a pensare al bello. Ma secondo me l’intelligenza dovrebbe emergere in maniera naturale. Parte tutto da lì, anche la sicurezza di una donna. Il sex appeal e il cervello possono convivere tranquillamente ma senza l’intelligenza si rischia di restare aride anche con un seno rifatto e bellissimo. Mi rendo conto che una donna intelligente e colta può sentirsi perfetta anche con un fisico normale perché sono consapevole che la mente scavalca tutte le incertezze.

 

 

Ad ischia secondo te quanto interesse si direziona verso il bello e provocante?

 

Spero che le ragazze dell’isola non me ne vogliano… ma la sessualità ad oggi è uno dei centri dell’universo Ischitano. Io noto che molte di loro in discoteca e nei locali si disinibiscono con disinvoltura nel corteggiamento con i ragazzi. Proprio per questo a volte si nota la rincorsa alla perfezione. Io stessa mi sono rifatta per paura anche del rifiuto, per non sentirmi inferiore alla massa che a volte appare così invadente e mirata al raggiungimento delle attenzioni dell’altro sesso.

 

Una donna sicura di sè ha bisogno di sottoporsi ad un intervento chirurgico pur di apparire bella?

 

Secondo me no. Una donna totalmente sicura di se stessa non ha timori nei riguardi del proprio fisico, si asseconda senza paure anzi valorizza i propri difetti con abbigliamento, accessori e trucchi adatti a migliorarsi. Io di fondo parto da una grande incertezza una debolezza che ha causato questo mio”non accettarmi” per poi ricorrere alla mastoplastica che ad oggi mi rende leggermente più forte. Il nostro cervello fa continue valutazioni rispetto a ciò che significano gli eventi che ci circondano come dovremmo reagire ad essi. Se partiamo già insicure di base continueremo ad esserlo pur modificando parti del corpo che per un attimo ci renderanno piacevoli e felici. Ad oggi dopo l’intervento al seno posso dire che bisogna fortificare le risorse che ognuno ha dentro di noi per combattere le avversità.

 

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x