Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Vie del mare, la Regione: «datevi una mossa»

I sindaci isolani e gli armatori invitati dalla direzione generale per la mobilità della Campania a rompere silenzio ed apatia e formulare proposte relative i servizi minimi di collegamenti marittimi. L’invito è quello di consultare in tempi celeri le parti interessate, in primis le associazioni di categoria

Dalla regione arriva l’invito ad amministrazioni ed armatori a inviare proposte. La Direzione generale per la mobilità della Campania ha inviato una nota ai sei sindaci dell’isola e alle due compagnie di navigazione Caremar e Medmar avente ad oggetto i servizi minimi di collegamenti marittimi in ambito regionale, in relazione alla programmazione triennale ai sensi della legge regionale n.3/2020. Quest’ultima norma prescrive alla Regione, nell’ambito del processo di pianificazione dei servizi di mobilità per il trasporto pubblico locale, di individuare la rete dei servizi minimi del territorio regionale, in modo da soddisfare qualitativamente le esigenze essenziali di mobilità dei cittadini, in conformità ai criteri descritti nell’articolo 16 del D.Lgs 422 del 1997.

Fatta questa premessa, per ciò che concerne l’organizzazione dei servizi marittimi, tenuto conto della necessità di riaggiornare la programmazione triennale, per rispondere alle rinnovate esigenze di continuità territoriali la Regione ha sottoposto alle varie amministrazioni locali l’estratto dei servizi minimi attualmente attivi e oggetto dei contratti di servizio con le società Caremar e Medmar. In tale prospettiva, la Direzione generale ha invitato le amministrazioni a consultare nei rispettivi territori di riferimento le associazioni di categoria maggiormente rappresentative, e poi a far pervenire entro due settimane le proposte di rimodulazione dell’attuale programmazione dei servizi minimi. Le proposte che perverranno saranno oggetto di valutazione di un tavolo congiunto di confronto, per garantire il giusto contemperamento delle diverse esigenze in gioco. Ovviamente, anche le società di navigazione citate, Medmar e Caremar, titolari degli attuali contratti di servizio, sono state invitate a formulare eventuali proposte dirette all’ottimizzazione e alla razionalizzazione dei servizi resi nell’ottica di una maggiore efficienza. Dunque ora tocca ai sindaci concordare e illustrare proposte che rispondano alle esigenze degli utenti del mare, che durante l’inverno sono tradizionalmente sottoposti a vari disagi.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x