Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 5

Villa Arbusto, si celebra la giornata della guida turistica

di Isabella Puca

 

Lacco Ameno – Si svolgerà domenica 21 febbraio la XXVII giornata della guida turistica e per la prima volta anche l’isola d’ Ischia, con le sue attrattive culturali, è inserita nella programmazione della Campania. La manifestazione, organizzata con il patrocinio morale della Regine Campania e del Comune di Napoli, è in contemporanea in Italia e nel resto del Mondo e prevede visite guidate gratuite in tutto il territorio regionale nei giorni 19-20 e 21 febbraio. A proporla per Ischia è stata la guida turistica Ilaria Di Meglio che darà il suo contributo con la visita guidata ad una delle eccellenze isolane, il Museo Archeologico di Pithecusa (Villa Arbusto – Lacco Ameno). Nelle sale della Villa dell’editore Angelo Rizzoli si rivela, infatti,  la storia del primo insediamento greco nel Mediterraneo, la vita a Pithecusa al tempo dei greci. Tra i reperti archeologici riportati alla luce dall’archeologo Giorgio Buchner nel 1952, spicca la celebre Coppa di Nestore, il più antico esempio di scrittura greca. «Sono guida turistica dal 2009 – ci racconta Ilaria – e ho proposto Ischia non solo per una “questione di cuore” ma anche perché sono consapevole del potenziale straordinario che ha;  sono convinta che le sue eccezionalità storiche, artistiche, paesaggistiche e ambientali meritino la giusta attenzione. In un panorama internazionale poi, da questo punto di vista, possiamo certamente entrare a testa alta». É stata proprio Ilaria a proporre la nostra isola all’Associazione guide turistiche della Regione Campania che non ha avuto dubbi a inserirla nella programmazione, «l’Associazione guide turistiche della Regione Campania, che sta svolgendo un ottimo lavoro per valorizzare il territorio, ottenendo anche riconoscimenti importanti, ad esempio i presidi al Museo Archeologico e gli incontri a Pompei, è stata entusiasta dinanzi la mia proposta perché quest’anno il programma è davvero ricco. É Susy Martire la mente e il nostro punto di riferimento per tutto, sta facendo un ottimo lavoro per tutta la categoria e per il nostro enorme patrimonio da valorizzare». Quello della guida turistica non è un mestiere facile a causa soprattutto dei tagli che troppo spesso arrivano proprio alla cultura, eppure c’è chi come Ilaria, svolge il suo compito come una vera e propria missione. «Spesso – ci racconta ancora – devo scontrarmi con chi pensa che fare la guida sia un hobby e non una professione o che “quelle quattro cose” possono dirle tutti. Dimenticano però che dietro c’è  studio, ricerca e dedizione costante. Insomma un lavoro vero e proprio e non un mestiere che, soprattutto nei piccoli paesi, s’ improvvisa». Quella della guida turistica è una figura professionale che, troppo spesso, non viene valorizzata a sufficienza per l’importante ruolo che svolge, far capire proprio a tutti la storia delle bellezze culturali dei nostri luoghi. «L’ emozione più bella è che non smetti mai di scoprire quanto casa tua sia bella e quando sono gli altri a fartelo notare, tu torni a casa veramente “piena” e felice. Nel mondo in cui viviamo, dove diamo un valore economico a tutto, quest’ emozione non ha prezzo. Finisci davvero per ringraziare coloro che ti scelgono perché così,  fare il tuo lavoro diventa uno spasso e non vedi l’ora di iniziare il prossimo tour». Per la visita guidata gratuita è necessaria la prenotazione telefonando (oppure SMS/whatsapp) al numero 3396354458. Il costo del biglietto d’ingresso al Museo è a carico dei partecipanti.

 

 

Ads

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x