ARCHIVIO 5POLITICA

Villa Joseph, la proposta di delibera verrà discussa in consiglio comunale

di Francesco Castaldi

CASAMICCIOLA TERME – Nelle scorse settimane, il Comitato di Cittadinanza Attiva dell’isola d’Ischia ha provveduto a inviare al presidente del consiglio comunale di Casamicciola, Vincenzo D’Ambrosio, una proposta di delibera redatta da coloro che fanno parte del sopraccitato ente giuridico. Il dottor D’Ambrosio, nel corso della seduta dell’ultimo civico consesso del comune termale, si era impegnato a porre all’ordine del giorno della successiva civica assise la questione relativa alla tutela di Villa Joseph a seguito della raccolta delle circa quattromila firme depositate a sostegno della petizione popolare “Manteniamo Villa Joseph”, protocollata il 30 maggio scorso. I membri del Comitato, nella breve nota diffusa agli organi di stampa locale nelle giornata di ieri, hanno affermato di essere fiduciosi, e che auspicano che «la questione venga valutata nell’interesse delle fasce sociali più deboli e nel rispetto che questo patrimonio rappresenta per l’intera isola e non solo».

Nel testo della proposta di delibera avanzata dal Comitato si legge che «[…] sul territorio comunale di Casamicciola attualmente non esistono strutture adibite all’assistenza spirituale e materiale degli anziani e soprattutto degli anziani indigenti e soli, e che storicamente sul territorio comunale si è solidificata una presenza di strutture di accoglienza di orfani, anziani e persone con disabilità varie e che questo costituisce un  patrimonio sociale e culturale ed antropologico fondamentale  della comunità locale». Per tale motivo risulta «necessario ed opportuno, al fine di salvaguardare le tradizioni e culture della comunità di Casamicciola Terme, tutelare l’identità, l’uso e la funzionalità delle strutture socio sanitarie e religiose dedite all’accoglienza di persone in difficoltà di assistenza  socio-sanitaria».

«[…] quanto sopra – prosegue il Comitato nella proposta di delibera – rientra semplicemente in una scelta urbanistica tendente alla salvaguardia della cultura e delle tradizioni della comunità di Casamicciola Terme, altrettanto insindacabili e inviolabili. Ritenuto quindi di impegnare, con il presente atto di indirizzo, la giunta comunale, affinché venga affidato l’incarico all’Ufficio Tecnico Comunale di predisporre una variante puntuale per l’area denominata “Villa Joseph” sita in Corso Vittorio Emanuele, compresa edificio religioso adiacente al complesso socio assistenziale esistente, con variazione e integrazione alle norme urbanistiche esistenti.. Viene istituita pertanto una nuova area puntuale con la denominazione di F8 Area a destinazione esclusiva per attrezzature socio-sanitaria-assistenziale».

«In tale area – specifica il Comitato – gli edifici e le strutture esistenti  e di nuova edificazione possono esser utilizzate esclusivamente per fini socio-sanitari e assistenziale e religioso con esclusione di residenze abitative, e attività a prevalente attività commerciale o produttive. Sono escluse strutture  di sanità privata, di case di riposo avente carattere prevalentemente privatistico o qualsiasi destinazione in cui sia prevalente l’attività di lucro o produttiva. Sono ammesse tutte le attività invece che hanno un carattere pubblico e solidaristico».

Ads

 

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button