Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Villa Mercede, Giosi scrive a De Luca: «Evitare chiusura e licenziamenti»

L’europarlamentare ischitano invia una nota al governatore regionale invitandolo ad agire con urgenza dopo le nubi fosche che si addensano sul futuro della struttura e dei lavoratori

Un vero e proprio caso, che come era comprensibile inizia adesso ad interessare in maniera ficcante anche la politica. Villa Mercede, con la chiusura del centro diurno ed i licenziamenti all’orizzonte, è finita inevitabilmente sotto i riflettori. Sulla delicata vicenda, dopo essere intervenuto con una nota ufficiale nei giorni scorsi (“Non indietreggeremo di un millimetro”, aveva dichiarato), torna alla carica l’eurodeputato ischitano Giosi Ferrandino, che proprio nella giornata di ieri ha indirizzato una nota al presidente della Regione Campagnia, Vincenzo De Luca.

Nella sua missiva l’esponente del Pd scrive: “Egregio Presidente, le scrivo per segnalarle la situazione degli oltre quaranta lavoratori dipendenti della Cooperativa Sociale Civitas, impegnati presso la Residenza Sanitaria Assistenziale Villa Mercede di Serrara Fontana sull’isola d’Ischia. Ancora una volta i lavoratori sono in credito di ben due mensilità arretrate, che a fine mese diventeranno tre. La situazione tuttavia non è preoccupante solo per questo; l’ASL Napoli 2 Nord, dalla quale dipende la struttura, ha annunciato la chiusura del servizio Centro Diurno Anziani presso Villa Mercede e la cooperativa che ha in gestione le attività ha già dichiarato che a breve dovrà procedere ad una pesante riduzione di personale con il licenziamento di dodici lavoratori. Questi lavoratori ancora una volta stanno dando un esempio di professionalità e dedizione verso gli ospiti della struttura, anziani non autosufficienti ed affetti anche da patologie gravi”.

Ferrandino poi rivolgendosi al governatore alza i toni: “Bisogna agire con urgenza, insieme ai Sindaci dell’isola, affinché tale, inaccettabile eventualità possa essere scongiurata. Mi preme soprattutto chiederle che non vengano abbassati i livelli di servizio, che è indispensabile per l’isola d’Ischia – realtà che come lei sicuramente sa, vive, in particolare nel campo dell’assistenza sanitaria, i disagi derivanti dalla condizione di insularità – e per preservare i quali serve un intervento urgente e deciso della Regione Campania da lei rappresentata. Nell’attesa di una sua cortese risposta, consapevole che metterà in campo energie e risorse per disinnescare questa criticità, colgo l’occasione per porgerle i più cordiali saluti”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x