ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

Villa Mercede, Saiello (M5S) incontra i lavoratori a rischio licenziamento

ISCHIA – Non c’è pace per i lavoratori di Villa Mercede. Dopo aver tirato un sospiro di sollievo per aver ricevuto mensilità arretrate che risalivano addirittura all’estate, adesso una nuova spada di Damocle volteggia sulle teste degli operatori che si occupano degli anziani ricoverati presso la casa di cura di Serrara Fontana. 42 persone che hanno sofferto fino a pochi giorni fa la mancata riscossione di ben 7 stipendi adesso non potranno godersi appieno gli arretrati finalmente giunti sui conti corrente, troppo forte l’apprensione e l’angoscia per il rischio, più che concreto, di perdere il proprio posto di lavoro.

Qualche giorno dopo la fumata bianca che ha finalmente sbloccato gli stipendi, il tavolo tecnico ha comunicato che il Consorzio Nestore, cui fa capo la Società Cooperativa Sociale Onlus Civitas, avrebbe iniziato a pensare a dei tagli delle prestazioni economiche rese dalla cooperativa. L’Asl ha invitato il  Consorzio a ridurre gli importi da fatturare tenendo conto della effettiva occupazione dei posti letto.

All’orizzonte ci sarebbero ben 14 licenziamenti. Nel caso in cui si concretizzasse tale sventurata ipotesi si creerebbe un danno molto grave per non solo per 14 famiglie ma anche per il servizio reso alla cittadinanza.

Allarmato da tale situazione il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello è giunto  questa mattina a Casamicciola per discutere alle ore 11 con i lavoratori di Villa Mercede che rischiano il posto di lavoro. Assieme a lui anche i prossimi candidati del Movimento 5 Stelle per Casamicciola Terme.  presente anche Caterina Iacono, che stando ai primi rumors dovrebbe essere il candidato Sindaco prescelto dai pentastellati del comune termale per tentare di conquistare i primi storici seggi a 5 stelle nel comune attualmente amministrato da Giovan Battista Castagna. Caterina Iacono, reduce di un terribile incidente sull’autostrada Napoli – Roma, nonostante lo shock è nuovamente pronta a battagliare in difesa delle proprie idee, uno spirito di abnegazione che, qualsiasi sia il proprio punto di vista politico, è sicuramente encomiabile per chi ha a cuore i sentimenti che animano lo spirito democratico.

>Presente anche Ferdinando Caredda, Delegato dell’ ANLS (l’associazione nazionale lavoratori stagionali) di ritorno da Roma per gli importanti incontri al Senato finalizzati a reclamare i diritti dei lavoratori stagionali, sempre più in bilico, secondo i delegati dell’associazione, dopo l’entrata in vigore della tanto vituperata Naspi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close