Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Violenze e stalking, l’indagato si difende davanti al gip

Il 22enne casamicciolese conferma il rapporto burrascoso con la sua ex, ma spiega che gli “eccessi” si sono consumati da ambo le parti. E nega anche di aver investito la madre della ragazza in pieno centro a Forio

Nessun silenzio, anzi. Nella mattinata di ieri è comparso dinanzi al gip il 22enne casamicciolese finito agli arresti domiciliari a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare firmata dalla dott.ssa Anna Imparato. All’incontro, unitamente all’indagato, era presente per delega l’avvocato Giuliano Di Meglio (in vece di Clotilde Di Meglio, legale di fiducia del giovane) e il collega Angelo Vignola, a sua volta delegato di un secondo difensore fresco di nomina, l’avv. Giovanbattista Vignola. Il ragazzo ha inteso rispondere a tutte le domande senza sottrarsi in alcun modo e nonostante quanto evidenziato nel provvedimento firmato dal giudice per le indagini preliminari ha voluto contestare le accuse rivoltegli. Per carità, non ha negato che il rapporto tra lui e la ex fidanzata sia stato particolarmente burrascoso in quei cinque anni, ma ha voluto rimarcare con decisione e forza come le intemperanze che hanno accompagnato la relazione abbiano visto Maria (nome di fantasia) nella maggior parte dei casi vestire i panni di protagonista piuttosto che di vittima.

L’interrogatorio si è svolto alla presenza degli avvocati Giuliano Di Meglio e Angelo Vignola, che adesso potrebbero ricorrere al Tribunale del Riesame per chiedere la remissione in libertà del loro assistito

C’è soprattutto un particolare che il 22enne ha voluto porre all’attenzione del gip. Sarebbe stato lui a troncare il rapporto e non lei, e questo si evince chiaramente anche da una serie di messaggi che i due si sono scambiati su whatsapp e che mostrerebbero in maniera eloquente. Ed è chiaro che se questo dovesse essere effettivamente provato dalle chat, potrebbe rappresentare un momento interessante nel futuro di questa vicenda giudiziaria che ha ancora diverse pagine da scrivere.

Il casamicciolese ha poi rincarato la dose spiegando che addirittura sarebbe stata proprio Maria a più riprese a chiedergli di tornare con lei, ma lui non avrebbe voluto saperne. Seguendo in questo anche la richiesta dei genitori che gli avrebbero consigliato di mettere definitivamente la parola fine ad una relazione che spesso era stata abbastanza “elettrica”. Ma l’indagato è stato chiamato anche a raccontare la sua verità su un’altra accusa pesante che gli viene rivolta nell’ordinanza di custodia cautelare, quella di aver investito con l’auto nel pieno centro di Forio la madre di Maria. La versione dei fatti fornita dal giovane anche nel caso di specie è diversa: non è vero che la donna si trovasse lì per caso ma si era recata volutamente sul posto. Il giovane sostiene che a un certo punto ha iniziato a inveire contro di lui cominciando a tempestare il veicolo di calci e pugni e a quel punto spaventando avrebbe cercato di scappare con la signora che sarebbe caduta. Una versione dei fatti questa che potrebbe essere confermata anche da un’altra persona che si trovava in quel momento in macchina. l tirar delle somme, comunque, è opportuno rimarcare come il 22enne casamicciolese non abbia negato che la love story con Maria ma ha voluto ribadire come gli errori e gli eccessi siano stati caratterizzanti da entrambe le parti. Per adesso l’indagato resta agli arresti domiciliari, ma appare probabile che – alla luce delle risultanze dell’interrogatorio di ieri – i difensori possano presentare ricorso al Tribunale del Riesame per ottenere la remissione in libertà del proprio assistito.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x