Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Vittima della crisi da Covid, Villa Joseph chiude i battenti

La struttura residenziale per anziani annuncia la sospensione delle attività a partire dal 15 luglio: tra le cause la pandemia, la carenza di ospiti e la necessità di ristrutturazioni

Villa Joseph chiude i battenti. È la stessa dirigenza della nota residenza per anziani a comunicarlo in una missiva indirizzata al sindaco del Comune di Casamicciola, Giovan Battista Castagna. Nella nota, richiamandosi al regolamento regionale n.6 del 18 dicembre 2006, viene spiegato che la casa-albergo è “costretta al momento a sospendere l’attività per poi in seguito procedere alla cessazione della stessa, per le problematiche inerenti la pandemia da Covid-19, la carenza di ospiti e per la necessità ormai urgente di lavori di ristrutturazione nell’immobile, lavori impossibili da affrontare stante le grosse difficoltà economiche per la gestione ordinaria e le perdite che ormai non sono più sostenibili”. Gli amministratori hanno già comunicati ai propri ospiti e ai loro familiari che la sospensione dell’attività è fissata al 15 luglio. La missiva si chiude tuttavia con una nota di speranza, in quanto la dirigenza della società spiega di essere già impegnata a reperire fondi per far fronte a una riqualificazione dell’edificio, “in modo da poter offrire una migliore attività assistenziale”. Dunque, non si tratterebbe di un addio, ma di un arrivederci per la storica struttura situata in Corso Vittorio Emanuele, che negli anni ha affrontato più di una volta momenti molto critici. Esempio significativo fu quello dell’estate 2018, quando il Nucleo antisofisticazioni dei Carabinieri avevano rilevato alcune mancanze a livello logistico e amministrativo, chiedendo la chiusura della struttura. Si trattava di una serie di presunte carenze strutturali, assenza di lavori di edilizia ed impiantistica, oltre alla mancanza di alcune autorizzazioni. Si innescò un lungo e complicato braccio di ferro, arrivato anche davanti al Tar, ma l’amministrazione della struttura riuscì dopo pochi mesi a ottenere la necessaria certificazione dell’Asl, oltre che l’autorizzazione da parte dell’Ambito, circostanze che svuotarono la controversia giudiziaria, in quanto Villa Joseph aveva eseguito ogni adeguamento per la completa regolarizzazione. Stavolta invece alle difficoltà di gestione si è aggiunta anche la pandemia che da un anno e mezzo si è pesantemente abbattuta su ogni struttura di accoglienza: inevitabile quindi che i dannosi effetti si facessero sentire anche sulle residenze dove molti anziani hanno ormai la propria casa, dove poter trascorrere in dignitosa serenità la vecchiaia. Ci auguriamo che la chiusura, almeno in questo caso, non sia definitiva.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x