CULTURA & SOCIETA'

Volare con il metodo analogico, il seminario del CIDI

Il seminario di aggiornamento professionale nasce per promuovere un determinato tipo di approccio alla matematica nella scuola dell’infanzia

Il Centro d’iniziativa Democratica degli Insegnanti dell’isola d’Ischia propone “Volare con il Metodo Analogico”, un Seminario di aggiornamento professionale per promuovere l’approccio analogico all’apprendimento della matematica nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria, a cura di Rosalba Damiano, formatrice autorizzata per il Metodo Analogico. l Seminario si terrà sabato 15 giugno dalle ore 9 alle ore 18.30 presso il Circolo Didattico di Barano d’Ischia, Plesso Testaccio, mentre il termine ultimo per le iscrizioni è stato prorogato a giovedì 13 giugno. Per gli studenti del Liceo delle Scienze Umane e di Scienze della Formazione Primaria è prevista una quota di partecipazione ridotta.

Il Metodo Analogico utilizzando metafore e analogie, permette ai bambini discoprire ed apprendere al volo nuovi concetti, con la stessa naturalezza e spontaneità con cui imparano a giocare, a parlare o usare il computer. Il metodo analogico viene definito il “metodo del cuore” perché “dove arriva il cuore, poi arriva anche la mente” come dice il maestro Camillo Bortolato, ideatore del metodo. Il seminario della durata di 8 ore in presenza è diretto a: docenti della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria, educatori, studenti universitari della Facoltà di Scienze della Formazione, genitori, e, in generale, a tutti coloro che desiderano imparare i fondamenti del Metodo Analogico. Maggiori informazioni sul sito www.ischiacidi.it. Successivamente al corso il CIDI promuoverà sul territorio degli incontri di autoaggiornamento con l’obiettivo di diffondere e condividere le buone pratiche del Metodo Analogico di Camillo Bortolato. Il CIDI, già soggetto qualificato per l’aggiornamento e la formazione del personale della scuola (Protocollo n. 1217 del 5.07.2005), è stato confermato secondo la Direttiva 170/2016. La partecipazione a corso che si configura come attività di formazione e aggiornamento dà diritto, ai sensi degli artt. 64 e 65 del C.C.N.L., a richiedere l’esonero dal servizio.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close