ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

A volte ritornano: Nu a Serrara Fontana, riecco la Balga

Torna in gestione tutta isolana il servizio di raccolta rifiuti, igiene urbana e servizio cimiteriale del Comune di Serrara Fontana. Sarà, infatti, la Balga srl a gestire d’ora in poi il servizio di nettezza urbana nel territorio montano. Nelle scorse ore è stato, infatti, espletato il bando di gara per l’aggiudicazione definitiva dell’appalto. Al bando, pubblicato alla fine dello scorso anno dall’amministrazione guidata dal sindaco Rosario Caruso avevano partecipato ben cinque ditte di cui quattro napoletane: Le Ecologia e Servizi Italia srl, la SuperEco (già operativa nel Comune di Forio), la Balestrieri Appalti, la Teknoservice e l’ischitana Balga, risultata quindi vincitrice dell’assegnazione dei servizi per un appalto dall’importo pari a circa 22.000 euro. Dopo tre anni turbolenti in tema di nettezza urbana, si chiude, così, per il Comune di Serrara Fontana, un periodo costellato di alti e bassi.  Nel 2016, infatti, lo ricordiamo, sorsero alcuni problemi con la ditta a quel tempo responsabile della gestione rifiuti del territorio montano, la Giemme Ambiente a causa del mancato pagamento, da parte di quest’ ultima, degli stipendi, ai propri operatori ecologici che più volte,quindi, proclamarono lo stato di agitazione. La vicenda  scaturì poi in un contenzioso giudiziario dopo che l’amministrazione serrarese fu costretta a pagare di tasca propri gli stipendi non erogati agli operatori della ditta e trovò il suo culmine soltanto nel maggio del 2016, quando la Giemme non provvide ad effettuare la raccolta dei rifiuti urbani lasciando per quasi due giorni il territorio montano invaso dall’immondizia.

A  causa del pessimo servizio messo in atto dalla suddetta ditta, quindi, il sindaco  Rosario Caruso si vide costretto ad assegnare in via d’emergenza il servizio di nettezza urbana alla Teknoservice, rimasta poi fino ad oggi, a gestire la raccolta e lo smaltimento rifiuti del Comune montano. Con l’arrivo della gestione Balga, che attualmente è in servizio anche presso il Comune di Lacco Ameno e che negli anni passati aveva già gestito la raccolta e lo smaltimento rifiuti nello stesso territorio montano, si spera che il prossimo biennio sia decisamente più fortunato in tema di nettezza urbana. Resta comunque ancora da risolvere la spinosa questione relativa all’individuazione di un centro maggiormente adeguato per la  raccolta rifiuti, di cui, come è ben noto, il Comune serrraese non è purtroppo ancora ben dotato. L’amministrazione di Serrara Fontana, infatti, pare essere sempre più decisa nel voler realizzare un’area ad hoc da adibire a centro raccolta per i rifiuti solidi urbani, tanto da aver inserito un possibili progetto in merito, stimato intorno ai 500.000 euro  anche nel piano triennale delle opere pubbliche da realizzarsi entro il 2020.

Sara Mattera

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close