CULTURA & SOCIETA'

World Cleanup day, tre gli appuntamenti ischitani

Protagoniste tante associazioni e gli studenti dell'Istituto C. Mennella

Associazioni, istituzioni, studenti, ma soprattutto tanti cittadini. Anche Ischia ha preso parte al World Cleanup Day, evento internazionale che ha visto coinvolte milioni  di persone in tutto il mondo con iniziative in favore dell’ambiente.

Tre gli eventi sull’isola svoltisi in contemporanea. Significativo l’appuntamento al bosco del Cretaio dove ha avuto luogo una delle più grandi pulizie di sempre sull’isola. Circa 40 volontari impegnati nel bosco, dove per anni c’è stata la cattiva abitudine di abbandonare rifiuti di ogni genere. Difatti sono stati rinvenuti: pneumatici, batterie, divani, reti e materassi, televisori, un telaio di uno scooter, ferri da stiro, componenti elettrici ed idraulici, barattoli di vernice, tante bottiglie di vetro e plastica, polistirolo e tanto altro ancora.

Bilancio: 20 bustoni della spazzatura e tanti ingombranti, per un totale di circa 4 quintali di

spazzatura. Tutto questo in un’area molto ristretta, circa 800 metri quadrati di superficie. L’attività ha visto impegnate l’associazione Nemo, i ragazzi del gruppo Plasticless, il Club Alpino Italiano, Legambiente, la Lega Navale Italiana e i Verdi con il supporto dei Carabinieri Forestali di Ischia.

Un segnale positivo alla cittadinanza, un grande esempio di partecipazione collettiva, affinché tutto questo non si ripeta più.

A Ischia e a Forio si sono svolte, invece, attività di sensibilizzazione che hanno visto in prima linea gli studenti dell’IIS C. Mennella. Dopo un briefing con i volontari di Marevivo, Legambiente e Area Marina Protetta e il supporto della Guardia Costiera, sono stati proprio i ragazzi a interrogare gestori di bar e ristoranti circa l’attuazione dell’ordinanza varata dalle Amministrazioni Comunali per mettere al bando la plastica, nemica dei nostri mari.

A salutare il loro impegno anche i Sindaci di Ischia e Forio. I risultati dei questionari saranno elaborati dai volontari e diffusi nei prossimi giorni. “Quest’ordinanza – ha dichiarato Lilli Cacace per Legambiente – è un grande passo in avanti, ma per controllare che venga attuata ci vorrebbe tanto personale.

Noi cittadini possiamo essere i controllori del rispetto dell ambiente, perché abbiamo il diritto di avere un mare pulito, di non vedere sulla spiaggia un capodoglio morto per aver inghiottito plastica. Abbiamo il diritto di batterci per questo e dire a chi di dovere che la plastica va messa al bando!”. L’incontro in piazza Antica Reggia ha visto anche la partecipazione dei Marinai d’Italia, una presenza importante per Ischia, e il saluto del Sindaco Enzo Ferrandino.

“Avete un ruolo fondamentale – ha detto ai ragazzi – le sei Amministrazioni hanno emesso un’ordinanza che bandisce la plastica, ma questa adesso va applicata e rispettata. Come tutte le abitudini, sarà difficile sconfiggere l’uso del monouso al bar, a scuola, ma oggi avete una funzione fondamentale: accedere una luce su questa regolamentazione in termini di danni all’ambiente”. L’iniziativa si pone sulla scia delle numerose attività che negli ultimi tempi hanno visto Associazioni e Istituzioni dell’isola di Ischia collaborare in maniera sinergica, soprattutto nel campo delle attività ambientali connesse con il mare. Si è scelto pertanto di dare sempre maggior forza a questa collaborazione per continuare a contribuire attivamente alla tutela e alla salvaguardia delle bellezze naturali e paesaggistiche della nostra isola.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Incredibile ma vero! Vengo in prestito una testimonianza che ho ricevuto e desidero congratularmi con la signora Ramirez, che è stata molto gentile ed esemplare professionalità, sempre molto veloce nel rispondere alle mie domande e nel portarmi il suo aiuto. Sono davvero felice di avere il mio credito di 47.000 € con un tasso del 2%. Grazie mille, signora Ramirez. Per tutte le tue esigenze di prestito di denaro, non esitare a inviargli rapidamente un messaggio.
    Ecco il suo contatto: robertine.ramirez@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close