Statistiche
CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

#youarewelcome, la campagna degli alberghi a favore del turismo

Il messaggio social dei gruppi Dim Hotels e Dico Hotels, “siete i benvenuti a Ischia, con le giuste forme di reciproca prevenzione continueremo a fare dell’accoglienza il nostro pane quotidiano”

Il video di domenica scorsa in cui una donna ischitana inveisce contro gli autobus di turisti del Nord d’Italia appena sbarcati sull’isola continua a essere riproposto sulle testate nazionali online. Ne hanno parlato persino le Iene raccogliendo diversi commenti che, di certo, non fanno bene all’isola né alla situazione in generale. La paura fa 90, ancora una volta, ma si sta tentando in qualche modo a correre ai ripari. E’ la stessa Sion Baldino, autrice di quelle scene al porto, a diffondere un altro video in cui sottolinea che il suo non era affatto odio verso persone del Nord, ma lo sfogo di una mamma spaventata della situazione. Strumentalizzata da certa stampa, purtroppo, il messaggio veicolato è tutt’altro che quello. E allora, Ischia prova a darsi da fare, a trasformare un messaggio negativo in positivo e lo fa utilizzando i social network come il gruppo Dico Hotels. La famiglia Di Costanzo pubblica sul suo canale una bellissima foto di Ischia e il messaggio diventa #dicograzie. “Siamo la terza generazione di una famiglia di albergatori, – scrivono – che negli anni continua a tramandare accoglienza, cordialità e disponibilità. Alla base di tutto ciò, c’è la voglia di far conoscere la nostra isola, farla amare, regalando Emozioni, Relax e Spensieratezza ai nostri Ospiti.È vero, stiamo attraversando un periodo difficile, ma ben presto, come altri, anche questo sarà un lontano ricordo. Il nostro unico obiettivo è sempre stato quello di regalare sole, mare, terme e tranquillità, lavoreremo affinché questo non cambi mai. Vogliamo ringraziare fin da ora tutti coloro che anche quest’anno ci onoreranno della loro presenza nei nostri alberghi. Noi dal nostro canto ci impegniamo a mettere ancora più passione, dedizione e attenzione alla salute dei nostri Ospiti. #DicoGrazie #DicoHotels”. Il pensiero vola, ovviamente, alla prossima Pasqua. Un mese o poco più per scacciare l’immagine di gente inospitale.

E a veicolare un messaggio positivo è anche il gruppo della Dim Hotels che, sempre usando i social network, manda il suo saluto ai turisti che siano essi del Nord Italia o provenienti da ogni parte del mondo. «Il nostro è un lavoro splendido, ma a volte difficile. In oltre sessant’anni abbiamo imparato cosa significa essere professionalmente ospitali. Invogliandovi a scoprire sempre e comunque quant’è bella Ischia. Sappiamo bene cosa comporta un momento delicato come questo! Lo abbiamo vissuto con un’emergenza rifiuti che non ci ha mai riguardato e che ha rischiato comunque di metterci in seria difficoltà. Lo abbiamo ritrovato quando, due anni e mezzo fa, la terra ha tremato e poteva inginocchiarci, ma ci trovò subito pronti a restare in piedi. Lo stiamo affrontando oggi, mettendo da parte le paure ma non per questo diventando imprudenti. E fin quando possibile, con le giuste forme di reciproca prevenzione continueremo a fare dell’accoglienza il nostro pane quotidiano contribuendo a confermare la nostra Isola quale meta vacanziera ambita e sicura. #ISCHIAyouarewelcome». Siete i benvenuti a Ischia, lo siete ora durante l’emergenza coronavirus così come lo siete stati in altri momenti difficili per la nostra comunità come il terremoto e l’emergenza rifiuti, problema quest’ultimo che non ci ha riguardato da vicino. E qualche giorno fa è stato anche l’ex Parlamentare foriano Franco Iacono a inviare una lettera a La Repubblica a nome di tutti gli ischitani. “Turisti, venite a Ischia bellezza del creato”. E’ questo il titolo della lettera firmata comparsa in una delle edizioni più lette di sempre. “Voglio consigliare ai miei amici di Cattolica, di Milano, Verona, Venezia, div venire a Ischia perché qui, nonostante la mano dell’uomo abbiamo sicuri “antidoti” al coronavirus: la bellezza del creato, il mare stupendo di questi tempi, i tramonti strepitosi, le acque termali salutari e rilassanti. E poi il vino bianco e rosso di tante cantine che alimentano una tradizione antica. Per innaffiare una gastronomia del tutto originale. Ma poi se vogliono far respirare tutti i sensi, allora vadano ad abbeverarsi al fascino del Museo archeologico di Villa Arbusto con la usa coppa di Nestore, un unicum, ai giardini La Mortella di Lady Walton, a quelli Ravino della famiglia di Peppe d’Ambra o agli straordinari parchi termali. Sotto l’egida del Monte Epomeo: nel segno di amore, amicizia, accoglienza. Secondo il grido che lanciò papa Giovanni Paolo II il5 maggio del 2002 proprio dalla nostra isola, vista Castello Aragonese”. Ischia ascolta, accogli, ama, facciamo nostro, ancora una volta, l’invito del Papa, sperando però nel buon senso di chi raggiunge in una fase così delicata come questa che stiamo vivendo.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex