Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Zona rossa, supermercati presi d’assalto

A Ischia numerosi esercizi hanno visto una inopinata corsa all’approvvigionamento con lunghe file all’esterno

Nemmeno il tempo di dichiarare la zona rossa, e ieri a Ischia si è assistito a una inopinata corsa ai rifornimenti. Diversi supermercati sono stati letteralmente presi d’assalto: anche a ora di pranzo c’erano file agli ingressi, e addirittura alcuni esercizi sono stati costretti a ricorrere nuovamente alla numerazione progressiva dei clienti prima dell’accesso, cosa che non si vedeva dalla scorsa primavera,e che di fatto paradossalmente crea maggiori rischi di assembramento e dunque possibilità di diffusione del contagio da covid-19. Inoltre alcuni generi di merci sono andati completamente esauriti nel corso della mattinata.

Insomma, molti cittadini hanno creduto che l’aver dichiarato la Campania zona rossa a partire da oggi significasse quasi l’inizio di un conflitto atomico, con la presunta necessità di fare enormi scorte e rintanarsi per un periodo indefinito. Un comportamento che, se risultava già non necessario la primavera scorsa, sembra forse eccessivo in questa fase di rinnovata recrudescenza dell’emergenza sanitaria, in quanto i supermercati sono fra i tanti esercizi che continueranno a rimanere aperti per tutta la durata della nuova ordinanza del governo. Dunque, non sussiste l’impellente necessità di prendere d’assalto la vendita dei generi alimentari, ma spesso timori irrazionali, che si acuiscono durante periodi come questo, hanno la meglio sul buon senso.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x