ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Abusi edilizi, per l’hotel San Montano una “multa” di 31mila euro

L’Hotel San Montano dovrà versare 31mila euro al Comune di Lacco Ameno per alcune opere edilizie effettuate senza il necessario titolo abilitativo. Lo ha stabilito l’ufficio tecnico del Comune  del Fungo, per alcune opere eseguite senza il titolo urbanistico e paesaggistico, consistenti nella realizzazione di “una generale sistemazione dell’area esterna annessa al complesso alberghiero con muretti di contenimento dei terrazzamenti rivestiti con pietre locali poste in opera a faccia vista; percorsi pedonali; scale; sistemazione di giardini con piante di pregio e prato; sistemazione agrumenti; sistemazione orto; pergole, ecc.”. All’esito di un sopralluogo era però stata contestata la realizzazione di opere difformi all’iniziale denuncia di inizio attività, con misure diverse da quelle annunciate. Con un’istanza presentata al pubblico ministero procedente, e con la relativa autorizzazione, si è poi proceduto a interventi di ripristino con l’eliminazione delle difformità riscontrate.  Il Comune ha ritenuto che le opere realizzate in assenza del titolo urbanistico-paesaggistico rientrino tra quelle previste dagli articoli 36 e 37 del Dpr n. 380 del 2001 (il cosiddetto Testo unico per l’Edilizia), per le quali è consentito all’Autorità Amministrativa, su istanza di parte, accertare la conformità urbanistica e applicare una “sanzione pecuniaria pari al doppio dell’aumento del valore venale dell’immobile conseguente alla realizzazione degli interventi stessi e comunque in misura non inferiore a 516 euro”. L’Utc ha determinato la sanzione pecuniaria in due parti: 5mila euro a titolo di sanzione amministrativa, e altri 26mila euro a titolo di indennità paesaggistica, per un totale dunque di 31 mila euro.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex