CRONACA

Alvei a rischio, al via la gara a Casamicciola

Pubblicato il bando per l’appalto di progettazione esecutiva degli interventi di sistemazione idrogeologica nei canali soggetti a cedimenti. Oltre tre milioni di euro lo stanziamento regionale

È stato pubblicato il bando per l’ affidamento del servizio di “progettazione definitiva ed esecutiva e coordinamento sicurezza in progettazione, la direzione dei lavori ed il coordinamento sicurezza in esecuzione degli interventi di sistemazione idrogeologica nel comune di Casamicciola Terme”. L’appalto verrà aggiudicato con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Il procedimento si svolgerà, prevalentemente, attraverso l’utilizzo del sistema telematico piattaforma Asmecomm, con cui saranno gestite le fasi della procedura relative alla pubblicazione, presentazione, analisi, valutazione e aggiudicazione delle offerte, le comunicazioni e gli scambi di informazioni. Il termine ultimo per la prenotazione del sopralluogo (obbligatorio), con nota PEC a firma del richiedente da inoltrare, almeno con un giorno di anticipo, all’indirizzo: lavoripubblici@comunecasamicciola.it è fissato per venerdì 4 settembre alle ore 12.00.

L’appalto in questione, dell’importo complessivo di oltre 250mila euro, fa parte di un intervento per il quale in totale sono stati stanziati quasi tre milioni e trecentomila euro dalla Direzione Ambiente della regione Campania per interventi di mitigazione dei pericoli di ostruzione agli imbocchi dei tratti tombati attraverso opere di trattenuta del materiale di trasporto sugli alvei Senigallia, Negroponte, Fasaniello, Pozzillo, La Rita e Cava del Monaco. Il comune termale è da sempre soggetto a una fragilità congenita che richiede continue attenzioni.

La debolezza dal punto di vista idrogeologico si è più volte manifestata con una serie di smottamenti ed eventi franosi che solo per pura fortuna non hanno arrecato danni alle persone. Eppure tali cedimenti sono un fortissimo campanello d’allarme perché direttamente collegati all’ostruzione degli alvei di raccolta delle acque piovane, quindi preludio di eventuali guai ancora maggiori. La regione Campania, tramite la Direzione generale per il governo del territorio, eseguì delle ispezioni lungo i vari alvei del territorio, tra cui la parte terminale della Cava Senigallia e Cava Fasaniello, i cui tratti tombati terminali confluiscono al di sotto di Piazza Bagni e lungo la Cava Pozzillo, il cui tratto finale confluisce, più a valle, lungo via Monte della Misericordia. Il finanziamento in questione è il più ingente, ma per la messa in sicurezza del territorio esistono anche altri stanziamenti, ottenuti dal Comune: oltre 460mila euro sono stati previsti dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri l’8 febbraio 2016, diretti alle opere di bonifica e consolidamento dei versanti a monte del centro abitato di Casamicciola (primo lotto funzionale), mentre un altro finanziamento è quello che fu messo a disposizione dall’ordinanza numero 4 emessa il 9 febbraio di due anni fa dal Commissario all’emergenza, che contempla oltre 94mila euro per la messa in sicurezza di Cava Pozzillo a protezione delle abitazioni.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button