Statistiche
SPORT

Calcio a 5: Virtus Ischia-A. Macerone 2-6

Virtus Ischia 2 – 6 Atletico Macerone
Virtus Ischia: De Nicola, La Franca, Testa, Lubrano, Del Neso, Buono, Vuoso, Fondicelli, Restituto, Manzi, Fermo.
All. Aniello Di Iorio
Atletico Macerone: Falanga, Occhicone, Di Dato, Aprile, Melise, Alaia, Di Palma, Volonnino, Sannino, Monnola, Iovine.
Arbitro Sig. Alessandro Perez sez. Nola
Reti: 3′ p.t., 28 p.t. Del Neso (Virtus Ischia) 23′ p.t. Aprile, 25′ p.t. Di Palma, 27′ p.t., 20′ s.t. Melise, 11′ s.t. Di Dato, 15′ s.t. Sannino (Atletico Macerone)
Ammoniti: Vuoso (Virtus Ischia)
Il Macerone si impone al Centro Sportivo Barano contro la Virtus per 6-2, e continua il dominio nel Girone B della serie C2, gli isolani dopo un grande avvio con la rete di Del Neso su punizione, mantengono un buon ritmo fino alla fine della prima frazione. Proteste per un mancato rigore su Vuoso che avrebbe potuto regalare il 2-0, e il Macerone ne approfitta, sale in cattedra il neo-acquisto Melise, che prima serve due assist per le reti di Aprile e Di Palma, e poi sigla un gran gol all’incrocio per il 3-1, ancora Del Neso riapre, ma nel secondo tempo gli ospiti alzano i ritmi piazzando 3 reti con Di Dato, Sannino ed ancora Melise, giochi finiti, ma resta l’amaro per gli isolani che con una gran partenza avevano fatto tremare la capolista, veniamo ora alla cronaca:
Partenza sprint della Virtus Ischia che si porta subito in vantaggio al 3′, Del Neso calcia benissimo una punizione all’incrocio gelando gli ospiti e firmando l’1-0.
All’8 un episodio molto dubbio, Vuoso viene atterrato in area, l’arbitro clamorosamente non fischia il rigore che sembrava evidentissimo. Al 12′ altro episodio che fa discutere, Del Neso subisce fallo ancora nell’area, ma il sig. Perez opta per una punizione dal limite che non frutta risultati. Ospiti che si affacciano nella metà campo giallo-blu, Di Palma calcia a tu per tu ma trova l’esterno della rete al 15′.
18′ Grande azione della capolista, con Aprile a rimorchio che calcia, palla che sfiora la traversa.
Al 20′ è Volonnino ad andare alla conclusione, ma la palla non inquadra lo specchio, terminando alla destra di De Nicola; ma al 22′ arriva il pari, Aprile calcia di prima, Manzi devia involontariamente spiazzando De Nicola, con la palla che varca la linea bianca superandola e regalando il pareggio al Macerone.
Gli ospiti pungono, dopo il pareggio prima Melise impegna De Nicola con un diagonale, poi su schema da angolo arriva il sorpasso, proprio il numero 8 serve Di Palma che di prima batte De Nicola per il 2-1 al 27′. Gli isolani accusano il colpo, serpentina di Melise e destro secco all’incrocio che vale il 3-1, da un possibile 2-0 per un rigore non concesso su Vuoso, ad un clamoroso 3-1 per il Macerone. La Virtus peró non muore, Buono serve Del Neso che di prima calcia, deviazione di un difensore del Macerone e palla in rete per il 3-2 che riapre al 29′ prima del duplice fischio.
Nella ripresa subito occasione per il Macerone, da due passi Occhicone butta al vento una chance sparando alto; dall’altro lato Del Neso sfiora la tripletta con un tiro di punta al 5′, palla che sfiora il palo. I ritmi si abbassano decisamente, il Macerone gestisce il possesso, la Virtus punge in contropiede, Fondicelli calcia alto una punizione al 10′; il Macerone peró è devastante in avanti, Di Dato fa partire una rasoiata diagonale che regala il 4-2 all’11’, una mazzata per gli isolani. La capolista trova anche il 5-2, un tap-in vincente di Sannino dopo la respinta di De Nicola sancisce la quinta rete ospite. Occasionissima per la Virtus al 17′, discesa di Testa che a tu per tu spara su Falanga l’occasione per il 5-3. In contropiede arriva il 6-2, parallela per Di Palma, che mette sul secondo palo per il solissimo Melise che sigla la doppietta personale al 20′.  È nuovamente Testa a scuotere i padroni di casa, fraseggio con Fondicelli e sinistro troppo centrare e facile per il portiere del Macerone quando il cronometro segna 25 minuti. Al 28′ Melise su tiro libero fallisce la rete del 7-2 piazzando male la palla. Termina col punteggio di 6-2 la sfida contro la capolista, buona prova degli isolani, in particolare nella prima frazione, ma nella ripresa il Macerone esce fuori approfittando del calo di concentrazione isolano. La Virtus nel prossimo match incontrerà i cugini della Futsal Ischia per un derby importantissimo che non va fallito, il Macerone invece continua la marcia verso la C1 ottenendo altri 3 punti al Centro Sportivo Barano.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex