ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

“Epicentro scuola”, necessaria sinergia tra Ambito e Regione Campania

di Francesco Castaldi

FORIO – «Ho notato una grande volontà da parte di tutti a collaborare in maniera positiva affinché alcuni temi, tra i quali quello della sicurezza negli edifici scolastici, divengano effettivamente un punto fondante della società in cui viviamo». È con questo telegrafico ma significativo commento che la dirigente dell’Istituto comprensivo di Forio e responsabile dell’Ambito 15, Maria Chiara Conti, ha sintetizzato i lavori del convegno dal titolo “Epicentro scuola”, svoltosi nella tarda mattinata di ieri presso la scuola “Luca Balsofiore”. Nel corso dei lavori la Conti ha anche presentato il “primo Dossier Scuola Ischia e Procida”, uno screening aggiornato e reale del mondo scuola con dati e numeri alla mano, dal quale è emerso un quadro generale che va sicuramente migliorato grazie alla sinergia tra il mondo della scuola e quello delle istituzioni politiche locali, regionali e nazionali.

All’importante evento – organizzato per riflettere circa la situazione degli edifici scolastici delle isole e il rischio sismico – hanno preso parte, tra gli altri, i sei sindaci dell’isola d’Ischia e quello della vicina Procida, oltre ad alcuni rappresentanti dell’Ufficio Scolastico, della Regione Campania e della Città Metropolitana. La mattinata è stata ricca di interventi, tra i quali quello del sindaco di Forio Francesco Del Deo, che ha affermato: «In un paese civile tre cose devono necessariamente funzionare: la sanità, i trasporti e la scuola. Questi sono i tre pilastri fondamentali sui quali si deve reggere un paese. Purtroppo sono tre voci che non dipendono dai Comuni, bensì dalle Regioni. Noi sindaci, per via del ruolo istituzionale che ricopriamo, siamo dei cittadini “in libertà provvisoria”, perché dalla mattina alla sera rischiamo di essere incriminati, e siamo fortunati se riceviamo un avviso di garanzia o veniamo rinviati a giudizio».

Del Deo ha proseguito il proprio discorso, asserendo che «abbiamo un preventivo con questa scuola (si riferisce all’istituto comprensivo di Forio, ndr) di tre milioni, due occorrono per la Santa Caterina da Siena, tre milioni occorrono per Panza. Stiamo parlando quindi di otto milioni in totale. Ma veramente pensiamo che la Regione Campania ci possa dare otto milioni? Noi – ha assicurato Del Deo – facciamo tutti gli sforzi possibili per le scuole, e stiamo in trincea non contro i cittadini, ma con i problemi dei cittadini. Da parte nostra c’è sempre il massimo impegno, però ho l’impressione che a volte parliamo, ma poi ci troviamo di fronte a una realtà che è un muro di gomma, perché dobbiamo fare a gara tra noi sindaci a chi deve avere il finanziamento. La finanza locale purtroppo è asfittica, e spero di riuscire con i miei colleghi sindaci a promuovere un’azione che possa andare avanti e interpellare anche la Presidenza del Consiglio».

Al termine del convegno, i sette sindaci e le istituzioni regionali hanno dato vita a un tavolo di lavoro, che è stato appositamente istituito per discutere delle problematiche relative alle criticità delle scuole che fanno parte dell’Ambito 15. Parafrasando le considerazioni della dottoressa Maria Chiara Conti, l’auspicio è che l’incontro di ieri rappresenti soltanto l’inizio di una duratura collaborazione che possa condurre, già nel breve e medio termine, a risultati concreti, che sicuramente gioveranno ai principali fruitori degli istituiti scolastici, ovvero gli studenti, che hanno il sacrosanto diritto, insieme ai propri professori, dirigenti e personale non docente, di frequentare scuole sicure e accoglienti.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex