CRONACA

Forio, è allarme buche su via Spadara

Buche larghe e profonde rese ancora più pericolose dall’acqua piovana che riempendole, a tratti le rende quasi invisibili, tombini con spigoli in ferro pericolosamente in rilievi, muri crollati, parracine smontate e recinzioni divelte. Per non parlare delle erbacce e dell’incuria che alberga su Via Spadara, l’importante arteria che dall’ex SS 270 della costa foriana attraverso le campagne raggiunge le zone alte di Forio fino a Lacco Ameno.

Screenshot

Anzi è bene dire che vi alberga su solo metà della strada, infatti, il comune di Forio ha ben pensato di manutenere ed asfaltare metà di Via Spadara nella zona bassa, lasciando all’incuria il resto dell’asse viario. Qui nella parte alta della via, sembra di attraversare il selciato di una strada bombardata e invece siamo a Forio, sull’isola d’Ischia, e precisamente su una delle strade più caratteristiche del campanile di proprietà comunale. Il pauroso dissesto che caratterizza parte di questa strada quotidianamente attraversata da migliaia e migliaia di automobilisti, scooteristi e pedoni, è presente e si fa rischio in alcune zone in rilievo che costeggiano campie vigneti molto profondi e senza una adeguata recinzione, in gran parte marcitasi o crollata. Cosi come sono crollati molti muri di confine che quotidianamente minacciano la pubblica e provata incolumità. Un pericolo serio per i bambini, ma anche per quanti percorrono questa strada quotidianamente rischiando di finire di sotto. I cittadini con dei nastri bicolore hanno tentato di segnalare il pericolo, ma è poca cosa.

Screenshot

L’auspicio è che qualcuno dal comune, dal Torrione dove quotidianamente giungono segnalazioni in tal senso al sindaco Stani Verde ed il suo esecutivo, si accorga delle difficoltà dei cittadini, dei rischi nel percorrere quella strada e magari intervenga seriamente per ripristinare la sicurezza in una zona dove oltre ai tanti cittadini residenti vi sono attività commerciali e Fattorie didattiche che con sacrifico portano avanti la propria attività . L’auspico è che si intervenga anche per spiegare come mai si sia asfaltata solo metà della strada e non tutto. Sono loro, gli amministratori, che avrebbero dovuto vigilare sulla corretta esecuzione restituendo una strada degna è percorribile ai foriani tutti e non solo ad una parte.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex