Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Forio, l’Ufficio tecnico e quegli incarichi da 25mila euro

Saranno gli architetti Federica Verde e Francesco Ambrosino a ricoprire il ruolo di supporto al rup del quinto settore per l’istruttoria delle pratiche edilizie afferenti il predetto ufficio del Comune di Forio. Lo ha reso noto negli scorsi giorni il responsabile del settore, l’architetto Giampiero Lamonica, che ha redatto e sottoscritto la determina n° 1141. Nomine che, a giudizio di Lamonica, sono necessarie per due principali motivi: carenza di personale e ingente mole di lavoro. Questi due aspetti vengono sottolineati dal professionista nell’incipit della determina, in cui si legge che «alla luce della forte carenza di personale esistente nell’ente e in considerazione del notevole carico di lavoro derivante dai molteplici servizi affidati al settore, vi è difficoltà a rispettare i tempi della programmazione di lavoro stabiliti dai procedimenti di propria competenza».

«Si rende necessario per una maggiore efficacia dell’attività amministrativa – scrive Lamonica – affidare l’incarico si supporto al rup per l’istruttoria e la definizione delle pratiche urbanistiche-paesaggistico-ambientali con esclusione di quelle riguardanti opere oggetto di domanda di condono edilizio a professionisti esterni in possesso per studi ed esperienza professionale della competenza richiesta». Ed è qui che entrano in gioco i professionisti esterni. «In precedenza l’ente si è avvalso dalla collaborazione di due professionisti esterni: dall’esame dei curricula degli stessi emerge l’esperienza e la preparazione acquisita necessaria a garantire lo svolgimento puntuale e perfetto delle attività afferenti l’incarico. L’attività prestata dai precedenti professionisti incaricati – sottolinea l’architetto Lamonica – si è rilevata essenziale per l’ente in termini quantitativi e qualitativi avendo gli stessi provveduto all’istruttoria di un consistente numero di pratiche cui sono seguiti provvedimenti autorizzatori con introiti sensibili a favore dell’ente».

«Con note prot. […] è stata comunicata la disponibilità all’accettazione dell’incarico da parte degli architetti Ambrosino e Verde», e quindi l’architetto Giampiero Lamonica ha determinato «di affidare l’incarico di supporto al rup» ai predetti professionisti. Inoltre, nella medesima determina, Lamonica ha stabilito di approvare lo schema di disciplinare di incarico, atto a regolamentare i rapporti tra i professionisti incaricati e l’amministrazione. «La spesa complessiva – si legge ancora nella determina – è di € 24.960,00, e trova copertura finanziaria per €8.320,00 al Cap. 13000/2017 e per € 16.640,00 al Cap.13000/2018 del Bilancio corrente».

Fin qui l’aspetto meramente burocratico della vicenda, che sicuramente non mancherà di suscitare discussioni in seno all’opinione pubblica. Dopotutto non bisogna dimenticare che tra pochi mesi si vota, e qualcuno potrebbe vedere in queste due nomine un modo come un altro per assicurarsi qualche consenso in più alla prossima tornata elettorale, in programma per la primavera. «A pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina» direbbe lo pseudo-Andreotti. Non è nostra intenzione gettare ombre sull’ufficio tecnico, ma la storia ci insegna che a Forio le poltrone si guadagnano anche facendo qualche piacere.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x