Statistiche
POLITICAPRIMO PIANO

Ieri, oggi, domani: le verità di Gianluca Trani

Intervista a mister 1.079 voti, ribattezzato “fenomeno” dopo la performance alle ultime amministrative. Spiega perché ha scelto di essere presidente del consiglio e non assessore, risponde alle punzecchiature di Paolo Ferrandino e sul futuro da sindaco chiosa: « Si volge ad attendere il futuro solo chi non sa vivere il presente»

Sei tornato a ricoprire la carica di presidente del consiglio comunale: di fatto, è come se avessi portato a compimento un cerchio che si era bruscamente interrotto diversi anni fa. Ecco, come si raccontano sette anni dal punto di vista politico, personale ed emozionale?

«Indipendentemente dalle vicende amministrative degli ultimi anni, ho sempre continuato a stare tra la gente, ascoltando le esigenze ed i punti di vista delle persone. Sono innamorato di Ischia e vivo il mio impegno civico con grande passione; ritengo che la politica sia una vocazione, da vivere con entusiasmo e serenità».

Con 1.079 voti ottenuti alle ultime elezioni amministrative hai stabilito un primato che ti consegna alla storia e che oggettivamente sarà difficilmente eguagliabile. Ti aspettavi un risultato del genere? E soprattutto, non rappresenta un “fardello” pesante da sostenere?

«É stata una campagna elettorale molto intensa, insieme a tutte le amiche e gli amici della lista Democrazia e Futuro abbiamo profuso un impegno notevole che i cittadini ci hanno riconosciuto al di là delle nostre previsioni. Abbiamo ottenuto ben 3 seggi in consiglio e personalmente sono stato gratificato con un suffragio incredibilmente ampio. Tutto ciò rappresenta una responsabilità che ci stimola ma che, al contempo, viviamo con grande serenità e fiducia, consapevoli che l’amministrazione sarà in grado di rispettare gli impegni presi in campagna elettorale».

«Ritengo che il consiglio sia l’organo supremo di indirizzo politico-amministrativo, oltre a rappresentare l’espressione della volontà popolare. Sono onorato di presiederne l’assemblea, ed unitamente al sindaco ed alla giunta sapremo attivare le sinergie necessarie per realizzare il programma che abbiamo sottoscritto».

Ads

In molti hanno storto il naso di fronte alla tua scelta di non voler ricoprire il ruolo di vicesindaco, interpretandolo quasi come il timore di poter rimanere senza “paracadute” in caso di eventuale revoca dell’assessorato. Qual è la verità?

Ads

«Come ho avuto modo di chiarire nel corso dell’ultimo consiglio comunale, ritengo che il consiglio sia l’organo supremo di indirizzo e coordinamento politico-amministrativo, oltre a rappresentare l’espressione della volontà popolare. Sono onorato di farne parte e di presiederne l’assemblea, ed unitamente al sindaco ed alla giunta sapremo attivare le sinergie necessarie per realizzare il programma che abbiamo sottoscritto».

Quando si ventilava la tua nomina a presidente del consiglio comunale, anche Paolo Ferrandino in una intervista a Il Golfo non nascose le sue perplessità. Cosa rispondi al geometra della Pagoda?

«Sono abituato, per cultura ed educazione ricevuta, a rispettare tutte le opinioni. Mi piacerebbe che tutti si sforzassero di rispettare le scelte altrui, evitando ogni polemica sterile ed improduttiva».

«La mia scelta e le perplessità di Paolo Ferrandino? Sono abituato, per cultura ed educazione ricevuta, a rispettare tutte le opinioni. Mi piacerebbe che tutti si sforzassero di rispettare le scelte altrui, evitando ogni polemica sterile ed improduttiva»

Appena cinque anni fa, Enzo Ferrandino rischiava di finire anticipatamente la sua sindacatura e di cadere sotto i colpi di una maggioranza barcollante. Poi, pian piano, ha portato tutti dalla sua parte tessendo una “tela” perfetta. Dal punto di vista politico, quali sono stati i meriti del primo cittadino?

«Abbiamo apprezzato l’appello all’unità lanciato dal sindaco a marzo del 2021, in piena recrudescenza covid ed in una situazione sociale ed economica drammatica. Ne abbiamo colto lo spirito costruttivo ed abbiamo deciso di aderirvi, lavorando insieme per costruire le basi di un progetto duraturo che assicurasse stabilità all’amministrazione. Il sindaco ha dimostrato umiltà, responsabilità e lungimiranza, tutte qualità che da sempre apprezziamo in chi fa politica e nelle quali ci siamo riconosciuti».

Saranno cinque anni caratterizzati – salvo stravolgimenti interni – dalla mancanza di opposizione in consiglio comunale. Siamo sinceri, non è proprio lo “spot” più bello per democrazia e pluralismo.

«Dobbiamo concentrare l’attenzione sulla qualità dei contenuti dei provvedimenti amministrativi che adotteremo. È questo che ci chiedono i cittadini di Ischia. Siamo consapevoli che la particolarità della situazione politica odierna nel nostro paese ci metterà ancor più sotto i riflettori, e nessuno sarà disposto a farci sconti. Tutto ciò stimolerà l’amministrazione ancor più della presenza formale di una qualsiasi opposizione in consiglio».

«Da presidente del consiglio comunale, il mio ruolo sarà quello di contribuire a garantire l’efficacia dell’azione amministrativa complessiva, avendo come bussola il programma elettorale sottoposto al giudizio degli elettori. Dobbiamo alzare l’asticella e proiettare Ischia verso il futuro da protagonista che le spetta»

La tua lista, Democrazia e Futuro, ha espresso due new entry come Gianni Elia e Raffaella Migliaccio in consiglio comunale. Soddisfatto dell’esito interno della consultazione elettorale?

«L’esito della consultazione elettorale dipende dalle scelte dei cittadini, e pertanto va sempre rispettato. Credo che un plauso vada fatto, indistintamente, a tutti coloro che hanno fatto parte della lista, ciascuno per il contributo che ha fornito. Sono anche certo che Raffaella e Gianni sapranno dimostrare il loro valore in questa prima esperienza di consiglieri, essendo abili nell’ascolto e nell’approfondimento delle questioni amministrative».

Quanto c’è di vero su malumori da parte della componente baranese per l’esclusione dal consiglio comunale di Titti Lubrano Lobianco?

«Non ho notizia di alcun malumore da parte di chicchessia. Come detto, l’impegno di ogni componente della lista è stato encomiabile, e Titti ha fatto la sua parte con grande dedizione. Sono assolutamente certo che il suo contributo saprà essere valorizzato nel corso dei 5 anni di amministrazione che ci attendono, anche in ragione della sua esperienza da consigliere maturata nella precedente consiliatura».

«Ejarque? La costituzione di una DMO, cioè di un’organizzazione dedicata al marketing della destinazione turistica, è sempre stata un punto qualificante della proposta di governo del paese. Pertanto, credo che sia questa la strada giusta per la valorizzazione e riqualificazione della nostra offerta turistica»

Ti soddisfa dal punto di vista qualitativo la giunta varata dal sindaco Enzo Ferrandino?

«Credo che la giunta sia di alto profilo, con un’equa distribuzione dei carichi di lavoro. Sono certo che gli assessori lavoreranno bene ed in piena sintonia con il consiglio comunale».

Non manca chi sostiene che il sindaco abbia preso tempo per nominare il quinto assessore per potersi “palleggiare” alcuni suoi alleati…

«Il sindaco conosce bene i tempi e le modalità dell’azione politico-amministrativa. Tutte le componenti della coalizione avranno la giusta valorizzazione, nell’ambito del quadro generale che il sindaco ha la responsabilità di comporre con l’equilibrio e la saggezza che lo contraddistinguono».

«Il quinto assessore? Il sindaco conosce bene i tempi e le modalità dell’azione politico-amministrativa. Tutte le componenti della coalizione avranno la giusta valorizzazione, nell’ambito del quadro generale che il sindaco ha la responsabilità di comporre con l’equilibrio e la saggezza che lo contraddistinguono»

Che cosa rappresenta la nomina di un esperto del settore turistico come Ejarque? Può davvero rappresentare un punto di svolta per Ischia e l’isola in genere?

«La costituzione di una DMO, cioè di un’organizzazione dedicata al marketing della destinazione turistica, è sempre stata un punto qualificante della proposta di governo del paese. Pertanto, credo che sia questa la strada giusta per la valorizzazione e riqualificazione della nostra offerta turistica».

Su quali tematiche l’amministrazione comunale dovrà essere brava a incidere nei prossimi cinque anni e in cosa Gianluca Trani vorrebbe lasciare il segno?

«Da presidente del consiglio comunale, il mio ruolo sarà quello di contribuire a garantire l’efficacia dell’azione amministrativa complessiva, avendo come bussola il programma elettorale sottoposto al giudizio degli elettori. Dobbiamo alzare l’asticella e proiettare Ischia verso il futuro da protagonista che le spetta, adeguando l’offerta turistica alle attese derivanti dai riconoscimenti internazionali ricevuti per le bellezze naturali e paesaggistiche. È questa la sfida cruciale che ci attende».

Nel 2023 si torna alle urne a Casamicciola e Forio, con i sindaci uscenti che a meno di stravolgimenti delle attuali norme non potranno ricandidarsi. Quali scenari è possibile configurare?

«È sempre difficile pronunciarsi su questioni in merito alle quali non si ha una conoscenza diretta. Mi limito ad osservare che l’attuale situazione, nei due comuni, è differente: mentre a Casamicciola c’è un commissario prefettizio, a Forio c’è un’amministrazione in carica, presumibilmente, fino al termine del mandato, e che pertanto vivrà la campagna elettorale mantenendo il presidio del governo del paese».

La revoca del coordinamento regionale di Forza Italia a Domenico De Siano rappresenta la fine di un’era per il senatore lacchese o l’avvicendamento rientra nell’ordine naturale delle cose?

«Avvicendamenti al vertice si verificano, periodicamente, in ogni partito. Ad ogni modo, non entro nel merito delle vicende di un partito di cui non faccio parte».

Chiudiamo con la più scontata ed inevitabile delle domande: sei pronto per la candidatura a sindaco nel 2027?

«“Si volge ad attendere il futuro solo chi non sa vivere il presente…”. Sono assolutamente concentrato sul mio ruolo di presidente del consiglio comunale, ruolo a cui dedicherò massimo impegno ed energia nei prossimi anni».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex