CRONACA

IL CASO Napoli, nel bar vietato il bagno all’operatore sanitario

Nella mattinata del 18 maggio, come raccontato dall’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”, il gestore di una nota caffettiera di Via Toledo si è rifiutato di concedere l’utilizzo dei bagni al soccorritore di una postazione 118.

L’ambulanza era libera dal servizio quando il soccorritore si è recato presso il bar in questione per comprare due bottigliette d’acqua, alla richiesta di poter usufruire del bagno il gestore avrebbe risposto: ” No, voi non potete usare il bagno!”.

“Comportamento assolutamente vergognoso. Innanzitutto non si può negare l’utilizzo dei bagni a nessuno cliente in un locale pubblico, basta rispettare le norme igienico-sanitarie e sanificare l’ambiente per non correre in rischio di contagi. Vietare poi l’utilizzo de bagno ad un operatore sanitario lascia senza parole. Sono tutti bravi a decantare e ad elogiare medici ed infermieri, ad osannarli, quando si tratta di farlo a parole ma poi queste parole perdono di significato se poi nella quotidianità ci si comporta in questo modo. Noi sosteniamo il personale medico, da sempre, in questo periodo più che mai e condanniamo, invece, gesti come quello del gestore della caffetteria di via Toledo.”- ha dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, membro della commissione sanità.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button