LE OPINIONI

IL COMMENTO Il patto strategico? Una felice intuizione nel metodo e nel merito

DI GIACOMO PASCALE

È sempre importante quando la stampa si occupa e si preoccupa nonché accompagna iniziative che sono nell’interesse di un territorio. Ed è ciò che è successo grazie a Il Golfo con Juorno.it, per la firma del Patto strategico dell’isola di Ischia. Mai come in questo momento la Città Metropolitana, considerata in passato sempre come un Ente di ‘basso profilo’, ha dimostrato come conservi molteplici competenze e soprattutto alcune di queste riguardano proprio i problemi più vicini alla gente. Scuole, strade, assetto del territorio ed ambiente sono tutte materie che riguardano la vita vera della cittadinanza.

E questi sono i principali argomenti del Piano strategico siglato lunedì scorso. Un percorso al quale ci si arriva con un lavoro istituzionale lodevole e notevole fatto dal sindaco della Città Metropolitana di Napoli Luigi de Magistris. Le risorse messe a disposizione sono davvero importanti: sono circa 400milioni di euro di cui 100milioni investiti per le scuole ed i restanti 300milioni per progetti da realizzare nei vari Comuni. Risorse fondamentali per i Comuni che continuano a vedersi tagliati fondi dal Governo centrale, per cui mai come in questa fase, è importante che un Ente riesca ad accedere a dei fondi per realizzare dei progetti sul proprio territorio.

Il patto strategico è stata un’intuizione felice nel metodo e nel merito. Nel metodo è apprezzabilissima la condivisione dal basso che ha visto il coinvolgimento dei Comuni e nel merito per la natura dei progetti presentati.  L’auspicio è quello di cogliere questa occasione per presentare un progetto di interesse intercomunale che possa coinvolgere l’intera isola di Ischia. Da qui l’idea di non perdere l’occasione e dar vita ad un progetto di mobilità sostenibile che vada ad affrontare il primo, grande e grosso problema della nostra isola: la mobilità. C’è già un canovaccio rappresentato dal progetto approvato dal ministero dell’Ambiente nel lontano 2001 e che deve essere solo reso attuale. Gli altri sindaci hanno deciso di dare priorità a singoli progetti anche se è stato in futuro anche questo progetto potrebbe essere realizzabile. Credo, infatti, che ci siano le risorse necessarie e che in un rapporto proficuo istituzionale che si è creato tra i Comuni e la Città Metropolitana di Napoli, abbia creato le condizioni favorevoli affinché tutto ciò sia possibile e realizzabile. Complimenti, allora, a Il Golfo che ha sempre avuto un’attenzione all’ambiente ed a temi che rappresentano un continuo stimolo per chi amministra la nostra isola. Adesso bisogna solo cogliere le opportunità che ci sono state offerte volando alto e con progetti che possano essere intercomunali. Per questo il mio auspicio è che dopo il finanziamento concesso dalla Città Metropolitana ai singoli Comuni con i ribassi di gara si possano liberare le risorse da investire in un progetto isolano. E non dimentichiamo che una comunità cresce quando tutti remano nella stessa direzione.  

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button