LE OPINIONI

IL COMMENTO L’isola senza “Visione” e lo spettro del baratro

DI MARCO BOTTIGLIERI

Chiamatelo dejavu o se preferite cronaca di un film già visto. Comunque vogliate definirlo, quello che preoccupa e pure parecchio è la reiterazione di un determinato fenomeno. E’ arrivata, in fondo non è la prima e certamente (purtroppo) non sarà l’ultima: ancora un’offerta incredibilmente bassa, proposta da un albergo ischitano, è comparsa sui social in questi giorni e ha riacceso le polemiche e i dibattiti anche sulla mancanza di regolamentazione in questo settore cruciale per la nostra economia. Ma anche, non va dimenticato, per l’immagine dell’isola. Perché quando si mette in vendita un pernottamento a 5.99 euro a persona si mette in atto senza mezzi termini quello che può essere definito il suicidio perfetto. E non c’è scusa che tenga: inutile pensare a una trovata pubblicitaria, a un prezzo che magari rappresentava semplicemente uno specchietto per le allodole ed attirare sia pure “furbescamente” clientela in un periodo in cui il mercato turistico tira poco, decisamente poco. Mettetela come volete, tra tanti dubbi esiste una sola certezza: promuovere e offrire un prezzo così basso per un soggiorno ad Ischia è il modo peggiore per far conoscere la propria azienda oltre che – e scusate se sono ripetitivo – un’operazione di (pseudo) marketing da far rabbrividire e che finisce per screditare ulteriormente la nostra isola.

Ma il problema in realtà, affonda in radici ben più profonde anche sotto l’aspetto squisitamente cronologico. Purtroppo assistiamo da tempo, da molti anni, a queste azioni di improvvisata promozione dettata dalla necessità e dunque dalla crisi. Il tutto, bisogna riconoscerlo, conseguenza di una scarsa preparazione in un settore che propone una continua evoluzione e soprattutto dall’incapacità di fare rete ed avere una visione unica, in grado di valorizzare le tante risorse che, se promosse in modo corretto, consentirebbero all’isola, alle sue imprese e di rimando alla sua gente, maggior profitto e dunque miglior qualità della vita. E una tranquillità economica che invece di questi tempi sembra mancare, creando situazioni come quella del pernottamento a 6 euro che non hanno altro effetto che farci precipitare ancor più bel baratro. Siamo davvero sicuri che non ci siano sentieri alternativi da percorrere?

* AICAST ISCHIA

Annuncio
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close